/ Alassino

Alassino | 12 settembre 2011, 08:56

Enpa: strage continua a Laigueglia

Per la terza volta, questa estate, decine di colombi sono stati avvelenati dal solito ignoto nel centro storico di Laigueglia

Enpa: strage continua a Laigueglia

I volontari della Protezione Animali, chiamati da alcuni turisti, sono tornati a raccogliere quindici volatili, quasi tutti morti poco dopo; solo quattro sono stati salvati dalle cure dei veterinari dell’associazione; sempre la stessa la causa: granaglie mischiate ad un forte anestetico di vecchia generazione, che tramortisce gli animali ed uccide i soggetti più debilitati.

E’ vergognoso che il fatto si ripeta ormai da diversi anni, più volte all’anno, senza che non si riesca a trovare i colpevoli di un’attività criminosa, pericolosa anche per le persone, la fauna selvatica e gli animali domestici.

Un’azione per giunta assolutamente inutile, perché è impossibile eliminare, con il veleno o con il fucile, una popolazione animale libera nel territorio, soprattutto urbano; qualche esemplare sopravvivrà comunque e potrà riprodursi con maggior successo, ristabilendo in breve tempo il numero di animali “sopportabile” dall’ambiente.

Le Guardie Zoofile dell’Enpa stanno svolgendo gli accertamenti per individuare i responsabili; chi possa dare informazioni utili è pregato di telefonare allo 019/824735 o inviare una mail a savona@enpa.org, o rivolgersi direttamente a Carabinieri, Polizia Municipale, Guardia Forestale e di Finanza, espressamente incaricati di perseguire i maltrattamento di animali; il reato è punito dal Codice Penale e prevede la reclusione da 3 a 18 mesi.

Com. Enpa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Leggi le notizie di Imperia e Golfo Dianese

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium