/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 28 maggio 2013, 09:20

Milanesi RSU FAC al sindaco Orsi: "I 130 operai vogliono chiarezza e risposte"

Ieri in un incontro all' Unione Industriale è emerso che la cordata di imprenditori non ha definito l' acquisto e non si è manifestata alla curatrice fallimentare

Area FAC Albisola

Area FAC Albisola

Alessandro Milanesi della RSU FAC UILCEM di Albisola scrive una lettera aperta al sindaco Franco Orsi

"Caro Sindaco Franco Orsi, oggi mi tocca tirarla per la giacchetta. A Dicembre aveva pubblicamente presentato un piano di rilancio dell'azienda FAC, lo avevamo chiamato anche con il suo nome "Piano Orsi". Questo piano prevedeva che una cordata di imprenditori da lei ricercata dovesse contemporaneamente fare 2 cose: 1) trattare l'acquisto dei terreni dove sorge FAC dalla società Alfa proprietaria dell'area 2) Acquisire Fac anche tramite anche l'aiuto di cittadini albisolesi, che avrebbero potuto partecipare versando del denaro in cambio di una prelazione all'acquisto di una casa a prezzo calmierato nel momento in cui Fac sarebbe stata delocalizzata nell'area industriale ricavata con una variante a Luceto, mentre sulle ceneri dell'attuale Fac si sarebbe creata una grande riqualificazione immobiliare. Noi operai le abbiamo creduto e quella notizia ci aveva confortato e resi più disponibili a fare sacrifici, poiché avevamo prospettiva per il futuro".

Prosegue Milanese: "Ieri dopo 5 mesi da quella presentazione, dove vi erano anche centinaia di cittadini albisolesi, abbiamo appreso che quella cordata non ha definito l'acquisto di Alfa, e non si è mai manifestata alla curatrice fallimentare ( che si è sempre detta disponibile fin dal suo insediamento a trattare con possibili acquirenti senza per forza passare attraverso un bando d'asta) in nessuna maniera. Ieri alla riunione all'unione industriali ha ribadito che una cordata esiste e che si manifesterà in pochi giorni, questo ci permetterebbe di richiedere ulteriori 6 mesi di cassa integrazione e scongiurare la mobilità (di fatto il licenziamento di noi 130 operai) ma soprattutto di ridarci una speranza occupazionale.
Io non conosco nei dettagli le trattative che i soci da lei presentati stanno portando avanti, ma mi sento di dire che l'unica cosa che noi operai Fac non meritiamo e' di essere illusi e poi abbandonati, piuttosto preferiamo la chiarezza anche se dura.
Venerdi 31 alle ore 16 all'unione industriali si terrà un ulteriore incontro speriamo vivamente che ci siano novità positive
".

c.s.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium