/ Solidarietà

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Solidarietà | 06 febbraio 2015, 09:30

Appello del Centro Pannunzio al Presidente Mattarella per un riconoscimento per l'impegno resistenziale di Albenga

"Chiediamo conferimento medaglia al Valor Militare e al Valor Civile ai 38 partigiani caduti o le 47 vittime della rappresaglia nazifascista e il comportamento della popolazione a sostegno dei partigiani "

Appello del Centro Pannunzio al Presidente Mattarella per un riconoscimento per l'impegno resistenziale di Albenga

Il Centro "Pannunzio" si rivolge  al nuovo presidente della Repubblica Sergio Mattarella che, come primo atto, ha reso visita alla Vittime delle Fosse Ardeatine,per evidenziargli  come  il conferimento della semplice Croce di  Guerra al Valor Militare alla Città di Albenga nel 1974 ,sia stato  un riconoscimento  non consono all'alto sacrificio di vite umane che la Resistenza determinò per la Città di Albenga. La stessa motivazione appare carente sotto un profilo storico,limitandosi a evidenziare il "sostegno coraggioso" dato alle forze partigiane,espressa in appena tre righe che pure riconoscono "l'efficace contributo alla causa della libertà  di combattenti,di sangue generoso ,di valore e di sofferenze", senza fare un esplicito riferimento  al 59 Martiri della Foce. Per altri versi,nel 1966 ,a un anno dal ventennale della Resistenza, venne pubblicato un elenco particolareggiato che stabiliva in 111 i caduti civili e partigiani combattenti nell'Albenganese e, con recente delibera del Comune di Albenga ,a firma del sindaco Rosy Guarnieri, nel 2011 detto numero venne elevato a 190: 38 partigiani caduti,47 civili caduti in azioni di rappresaglia nazifascista",per non parlare dei deportati e internati militari,n Germania , equiparati  ad ogni effetto, anche giuridico, ai partigiani. Il  recente libro del magistrato militare Pier Paolo Rivello che documenta in modo ineccepibile le  stragi alla  Foce del Centa e la stessa storia di Albenga di Mario Moscardini,  uscita del 2013 ,  documentano in modo inoppugnabile la drammatica ed eroica  realtà albenganese nel periodo 43-45. Per i settant'anni della Liberazione che si festeggerà  il prossimo 25 aprile , il Centro Pannunzio  ritiene di appoggiare e sostenere l'idea, annunciata in passato  dall'on. Franco Vazio ,di richiedere nelle sedi competenti  il conferimento della Medaglia al Valor Militare  o al Valor Civile alla Città di  Albenga,asseconda che si vogliano considerare  i 38 partigiani caduti o le 47 vittime della rappresaglia  nazifascista e il comportamento della popolazione a sostegno dei partigiani. Va altresì ricordato che l'Associazione" Fischia il Vento" ,per iniziativa di Romano Strizioli ,rilasciò un diploma di benemerenza ad oltre 70 partigiani,staffette,collaboratori  ancora in vita  nel 2011. In ogni caso,anche in rapporto ai più attendibili studi  recenti, la Croce di guerra  appare insufficiente a riconoscere l'apporto di eroismo,di sacrificio,di sangue e di sofferenze di Albenga che per i suoi 59  Martiri del Centa appare una città Martire. Il Centro Pannunzio fa appello al Presidente Mattarella perchè le manifestazioni per il 70annale della Liberazione si possano chiudere con un conferimento adeguato all'impegno profuso, ai Caduti  e alla vittime registrate ad Albenga nel biennio 43-45.

c.s.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium