/ Savona

Savona | 06 febbraio 2015, 17:00

La promozione turistica che costa: la Liguria Digitale nell'epoca dei selfie

La realizzazione del nuovo portale di promozione turistica della Regione ha comportato un investimento di 90 mila euro. L'Agenzia "In Liguria" ha sbandierato la cosa come un buon affare, e qualcuno si è anche accodato nel plauso. La cifra sarà proporzionata al risultato? Si prova a congetturare se si riveleranno soldi ben impegnati

La promozione turistica che costa: la Liguria Digitale nell'epoca dei selfie

Novantamila euro sono un gruzzolo che, alla portata di una famiglia in difficoltà, sarebbero una manna. Oppure farebbero la gioia di ogni piccolo imprenditore che vuole traghettare l'azienda fuori dalle ambasce. Se a decidere che farne è un organismo politico-istituzionale, non si tratta di una somma grossa: è facile immaginare come potrebbe evaporare subito, anche solo per la messa in sicurezza preliminare di una franetta, in un qualsiasi paesino martoriato dal dissesto idrogeologico e dalle buche ataviche delle strade. 

La Regione Liguria ha investito questa tranche di denaro nella realizzazione nuovo portale di promozione turistica, www.turismoinliguria.it, sbandierando la cosa come un buon affare. Se commisurata al risultato, la cifra è alta. E si prova a congetturare se si riveleranno soldi ben impegnati.

L'operazione, anzitutto, si colloca nell'annoso piano di "digital branding" che vorrebbe meglio posizionare il marchio Liguria con iniziative di "web organization". Ma ad un portale di questo tipo accedono (ipotizzando a spanne), poniamo, il 78% degli italiani, che già sanno cosa offre la Liguria, e il 15% di tedeschi, che ovviamente sono abbastanza edotti sul concetto di Riviera. Il resto sono briciole. Ben vengano smentite con i dati analitici. 

Il sito Internet ha un buon restyling, semplice, colorato e responsivo, ed è diviso nei quattro temi di soggiorno principali: il mare, i sapori, la vacanza attiva e la cultura. Foto e video sono sempre gli stessi, quelli del parco multimediale solito, e il blog è addirittura messo in un iframe, in quanto pigliato da laliguriaracconta.it. Difficilmente questo spazio web cambierà la rotta delle visite e della demografia degli utenti, perché fino ad oggi le politiche turistiche liguri "parlano" ai soliti noti: la borghesia del Nord che ha ereditato l'abitudine della villeggiatura e le genti germaniche. Tertium non datur.

Non a caso l'Agenzia regionale di promozione turistica ha presentato il nuovo portale a Milano (a onore del vero, comunque, in un'osteria genovese). Si è fatta aiutare da un'azienda di Merano "specializzata in soluzioni internet marketing e di Liguria Digitale". Nemo propheta in patria.  

Al di là di espressioni come "destination marketing online" o "bottom up", che non sostanziano la discussione, anche se fanno tendenza, l'Agenzia di promozione "In Liguria", che opera le scelte per conto dell'Assessorato regionale, dovrebbe spiegare meglio che uso fa dei nuovi media e dei social. Dettagliatamente.  

Con novantamila euro, per esempio, si potrebbero formare i titolari delle strutture ricettive e gli operatori del settore, insegnando loro nuovi modi per attirare i clienti e, possibilmente, perfino l'arte della gentilezza. Mentre il restyling di un sito-vetrina, pur con sistema di booking, e la parte correlata di marketing potrebbero essere risolti con cifre più abbordabili. Altrimenti, meglio spendere novantamila euro per rattoppare una strada. Che ha il suo impatto d'immagine.    

L'ex Datasiel, che oggi si chiama Liguria Digitale s.c.p.a., ha ovviamente realizzato il prodotto. Cos'è questa Liguria Digitale se la Liguria reale, dopo i piani triennali del turismo, continua ad ospitare soggetti che ciancicano gomme da masticare, le appiccicano alla macchinina giocattolo sul marciapiede, ci s'infilano dentro e si fanno i selfie. Anche se questi selfie finissero sulla sezione-social-my-Liguria del sito, commercianti e albergatori continuerebbero a sperare nei turisti con le "palanche".      

 

Felix Lammardo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium