/ Curiosità

Curiosità | 24 febbraio 2017, 14:30

Ecco l'orologio "Bergallo" di Tovo S. Giacomo ritrovato funzionante in Patagonia

Il vicesindaco Barlocco ha invitato una delegazione dalla Patagonia a partecipare ai festeggiamenti tovesi del prossimo 25 luglio

Tutte le foto sono di Alessandro Beltrame

Tutte le foto sono di Alessandro Beltrame

Lo scorso 19 febbraio sono iniziate in Patagonia le riprese del film documentario, ideato e coordinato da Alessandro Beltrame con l’aiuto del ricercatore Giorgio Bonfiglio, che racconterà il viaggio di un orologio Bergallo spedito nel 1934 alla Missione Salesiana diretta da padre Federico Torre ed installato nella Chiesa parrocchiale dell’Esaltazione della Santa Croce, nella cittadina di Puerto Santa Cruz sulla riva dell’Oceano Atlantico.

In questi giorni a Puerto Santa Cruz è presente anche un gruppo di cittadini liguri e di Tovo San Giacomo accompagnati dal Vice sindaco Luigi Barlocco che ha avuto modo di incontrare ed instaurare rapporti con il Sindaco Nestor Gonzales ed il Parroco don Hermano Juan Cruz. La comunità di Puerto Santa Cruz ha accolto la delegazione ligure con grande entusiasmo, collaborando e partecipando attivamente alle riprese del documentario che ricostruisce anche un importante momento della loro storia.

Durante gli incontri ufficiali, Luigi Barlocco ha consegnato una lettera di Alessandro Oddo, Sindaco di Tovo San Giacomo, con cui invita l'Intendente Nestor Gonzales a partecipare alla Festa patronale di San Giacomo del prossimo 25 luglio. Durante la cerimonia di saluto nel Municipio di Puerto Santa Cruz, una copia del catalogo Scientifico del Museo Bergallo e del libro Quadranti e Sfere scritto da Norma Disconzi e Sergio Bendo, conservatore del Museo, sono state regalate alle autorità locali.

Il Vice sindaco, nel suo intervento, ha inoltre recapitato un emozionato saluto da parte del dott. Bergallo, erede dell'omonima famiglia. L'Intendente Nestor Gonzales ed il Segretario General de Gubierno Sergio Cusenza hanno consegnato a Luigi Barlocco ed ai documentaristi una targa a ricordo dell’occasione ed hanno accompagnato la delegazione ligure nella visita della località. A tale proposito è stata importante, anche per comprendere appieno la storia e le tradizioni della comunità locale, la preziosa presenza e collaborazione dell'interprete Cristian Brandino.

La delegazione ha così potuto visitare la torre campanaria della Chiesa dell'Esaltazione della Santa Croce dove è presente e perfettamente funzionante un orologio Bergallo che dal 1935 scandisce con precisione il tempo e la vita della comunità di Puerto Santa Cruz. Una pubblicità di inizio secolo scorso, garantiva il funzionamento degli orologi della Famiglia Bergallo per 200 anni.

Con questa visita, si può affermare che mai pubblicità fu più veritiera: infatti, visto come l’orologio di Puerto Santa Cruz funziona perfettamente ad oltre 80 anni dalla sua installazione dopo una traversata oceanica di quasi 12.000 chilometri, è convinzione di tutti che il tempo, almeno in Patagonia, potrà continuare ad essere scandito per i prossimi 120 anni dai precisi ingranaggi dell’orologio Bergallo realizzato a Bardino Nuovo.

c.s.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium