/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 09 ottobre 2017, 18:48

Savona, sciopero Ata, i lavoratori scendono in piazza: "Basta tagli"

Spiega il sindaco Ilaria Caprioglio al termine dell'incontro: "Ho ricevuto questa mattina una delegazione di Ata ed ho ribadito, come ho già fatto più volte, che stiamo lavorando affinchè l’azienda resti pubblica”

Savona, sciopero Ata, i lavoratori scendono in piazza: "Basta tagli"

 Braccia incrociate in Piazza Sisto questa mattina, i lavoratori di Ata si fermano per 24 ore, nessuna raccolta dei rifiuti per la giornata di oggi. L’astensione dal lavoro è stata proclamata da Cgil e Uil con la contestazione di non aver al momento fornito un piano industriale.

“Dopo un anno non abbiamo ancora un piano industriale per Ata - spiega Fausto Dabove Cigl Savona - abbiamo tantissimi interrogativi sulla tenuta del servizio, mesi fa abbiamo siglato un accordo che era funzionale a salvare e a rilanciare l’azienda mantenendo l’occupazione e migliorando i servizi per i cittadini ma la situazione rimane la stessa, anzi peggio”.

“Abbiamo visto solo tagli per i lavoratori dal punto di vista economico sia per contratti che sono stati rinnovati fino al 31 dicembre - conclude Dabove - sono state tagliate le ore, 8 ore settimanali questo vuol dire centinaia di ore dimezzate sui servizi ogni anno. La vendita dei parcheggi per tentare di risolvere la questione è andata come sapete, noi chiediamo che ci sia la capacità e la volontà di rimettere Ata in carreggiata per i lavoratori e i servizi”.

“I tagli ricadono sui lavoratori e sui servizi ai cittadini - dice Franco Paparusso, Uil Savona - sembra che in un piano futuro organizzativo si parli di un taglio possibile sui servizi notturni e della domenica, questo andrà a discapito di una città che ad oggi è sporca e continuerà a esserlo sempre di più. Siamo stanchi di continuare a sentire la vecchia amministrazione, il vecchio cda, ognuno si prenderà le sue responsabilità, resta il fatto che questa amministrazione e cda da un anno non sono riusciti a fornirci i dati, un piano industriale, per uscire da questa brutta situazione. Basta parlare del passato, vogliamo delle  risposte”.

ESITO DELL'INCONTRO IN COMUNE:

Spiega il sindaco Ilaria Caprioglio al termine dell'incontro : "Ho ricevuto questa mattina una delegazione di Ata ed ho ribadito, come ho già fatto più volte, che stiamo lavorando affinchè l’azienda resti pubblica. Abbiamo firmato un protocollo di intesa per mantenere e cercare di trovare soluzioni per salvare Ata che in questo momento è in stato prefallimentare. Stiamo lavorando anche per capire come affrontare i nodi spinosi come il polo crematorio e migliorare il servizio nel 2018".

Afferma Fausto Dabove CGIL dopo l'incontro : "La cosa importante è capire l'idea e ricevere il piano industriale sul quale poi potremo discutere. Noi aspettiamo con la vertenza che rimane aperta. Abbiamo fatto presente che con i problemi di natura occupazionale aver rinnovato i contratti con un taglio sulle ore significa anche un taglio agli stipendi e una ricaduta sui servizi, si tratta di oltre mille ore in meno di lavoro al mese, sono inevitabili le ripercussioni".

Sulla questione della vendita dei parcheggi Ata afferma Paparusso Uil: " Ci avevano detto dall'azienda che non c'era un piano B se la vendita dei parcheggi non fosse andata a buon fine. Noi abbiamo riferito al sindaco che non si può fare un'affermazione simile perchè ci può essere qualcuno che può pensare di non acquistare i parcheggi magari per aspettare che il malato muoia."

Conclude Paparusso: "Il sindaco ci ha garantito che in tempi brevi l'azienda si impegna a presentare il piano industriale. Ata è una società multiservizi e serve affichè la società rimanga in piedi. Speriamo che entro massimo un paio di settimane venga presentato il piano industriale, dunque, se rimarremo delusi ci avremmo reazioni ben più forti di quelle avute fino ad oggi."

Infine ancora Dabove: "Siamo in una vertenza che non si chiude oggi. Ci aspettiamo davvero che arrivi il piano industriale e nel caso faremo un altro sciopero e non credo che sarà di un giorno. Serve chiarezza dal punto di vista industriale. Noi ci fidiamo ma all'interno di una vertenza aperta".

ECCO TUTTE LE VIDEOINTERVISTE:

FRANCO PAPARUSSO UIL PRIMA DELL'INCONTRO CON IL SINDACO:

FAUSTO DABOVE CGIL PRIMA DELL'INCONTRO CON IL SINDACO: 

SINDACO ILARIA CAPRIOGLIO: 

FAUSTO DABOVE CGIL DOPO L'INCONTRO CON IL SINDACO:

FRANCO PAPARUSSO ULI DOPO L'INCONTRO CON IL SINDACO:

Luciano Parodi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium