/ Economia

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Economia | 17 ottobre 2018, 06:00

Inter, per il sogno Kanté se ne riparlerà a gennaio

Riuscirà il Chelsea a resistere all’offerta nerazzurra di 15 milioni di euro più Eriksen?

Inter, per il sogno Kanté se ne riparlerà a gennaio

Inutile negarlo perché l’offerta è delle più ghiotte, almeno visti i tempi che corrono: 15 milioni di euro più Eriksen per arrivare al fortissimo Kanté è l’ultimo (sostanzioso) rilancio nerazzurro che il Chelsea farebbe bene a considerare durante la prossima sessione di calciomercato invernale. Mettere sul piatto della bilancia un top player come il danese, che nelle fila della Beneamata hadisimparato a giocare a calcio mastate certi in Premier League saprebbe ancora comefare la differenza, più un interessante conguaglio è la mossa decisiva di Antonio Conte per trasformare il suo sogno proibito in realtà: dopo Lukaku, Kanté è infattiil giocatore da lui più desiderato, quello che permetterebbe alla sua squadra di competere finalmente ai massimi livelli.Se il muro dei Blues non dovesse crollare nemmeno davanti a quest’offerta, allora in quel caso state certi che il forte centrocampista franco-maliano non vestirà mai e poi mai la casacca nerazzurra. Nell’attesa di sapere cosa succederà da qui a gennaio, c’è tuttavia una notizia che fa ben sperare: secondo Le Parisien,i rapporti tra Kanté e Lampard si sarebbero raffreddati e non poco. Come mai? Il giocatore avrebbe chiesto un permesso all’allenatore per partecipare al matrimonio di un suo amico, permesso che gli sarebbe stato negato. Molto strano visto che il numero 7 è un professionista talmente esemplare da meritarsi almeno un giorno senza allenamenti.Se la verità forse non la sapremo mai, ora sappiamo per certo che il mal di pancia del giocatore c’è e lo spingerebbe volentieri a lasciare Londra per trasferirsi a Milano. Comunementesi dice che tre indizi fanno una prova mentre due indizi una coincidenza: in questo caso l’equazione di Agatha Christie non ci convince più di tanto perché soldi (e tanti) insieme al malumore del centrocampista bastano e avanzano per portare Kanté alla corte di Antonio Conte.

Che Inter sarebbe con Kanté?

15 milioni di euro più Eriksen è un’offerta molto interessante che il Chelsea secondo noi dovrebbe almeno prendere in considerazione. Viste le cifre che girano in questo particolare momento storico, un totale di circa 50 milioni – la nostra valutazione per il danese è di 35 circa – non è affatto male. Vuoi vedere che davanti a questi numeri i Blues finalmente vacilleranno e daranno il via libera per Kanté all’Inter? Se così fosse, Il sogno di Conte di vedere il franco-maliano vestire nerazzurro, dopo che non se ne è fatto nulla durante l’ultima scoppiettante sessione di calciomercato estiva-autunnale, potrebbe divenire realtà. Ipotizziamo per un attimo che ciò accada, che Inter sarebbe con Kanté? Un’Inter a centrocampo insuperabile: insieme a Vidal, il francese formerebbe la coppia centrale più forte di tutta la Serie A. La sua capacità di contrastare l’avversario e allo stesso tempo di tessere importanti trame di gioco ne fanno una mosca bianca della mediana: nessun giocatore che opera in quella zona del campo sa fare entrambe le cose, e sa farle così bene. Capite bene anche voi che rinunciare a Eriksen per un centrocampista che “sa fare legna” come si suole dire e sa impostare la manovra non sarebbe un grosso sacrificio per la nuova Inter di Conte che quest’anno vuole vincere a convincere.

Il ritorno di Eriksen

Chi non mastica calcio dal mattino alla sera è giustamente tentato di dire che Eriksen è un giocatore mediocre: se dovessimo basarci su ciò che (non) gli abbiamo visto fare in nerazzurro anche noi saremmo d’accordo con tale affermazione. Calma però: il fatto che il danese non si trovi bene, per usare un eufemismo, negli schemi di Conte non significa che il trequartista non sia un top player. Basterebbe ripercorrere la sua gloriosa epopea con il Tottenham per convincersi del contrario: con gli Spurs di Pochettino, Eriksen è divenuto un eccellente giocatore, che sapeva segnare e interpretare più ruoli in campo contemporaneamente, che prima di venire all’Inter era stato cercato dal Real Madrid! Probabilmente in Italia non riesce davvero ad ambientarsi, per cui rientrare in Premier League, magari al Chelsea, potrebbe aiutarlo a tornare a essere quel fenomeno che è sempre stato. In fondo i Blues riceverebbero anche 15 milioni di euro e dovrebbero solamente sacrificare quel Kanté che con Lampard non va più d’amore e d’accordo.

Richy Garino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium