/ Savona

Savona | 04 marzo 2019, 14:01

Savona: mercoledì 6 marzo "Archilecture 07 - Distanza o prossimità", con Emilio Caravatti vincitore del Premio "Architetto Italiano 2017"

Appuntamento alle ore 16.00 nella Sala Rossa del Comune

La Sala Rossa del Comune di Savona

La Sala Rossa del Comune di Savona

Archilecture 07 - Distanza o prossimità con Emilio Caravatti vincitore del Premio “Architetto Italiano 2017”.

Mercoledì 6 marzo 2019 ore 16.00 - Sala Rossa Comune di Savona.

Settimo appuntamento della rassegna patrocinata dal Comune di Savona e dal Consiglio Nazionale Architetti PPC con la partecipazione dello studio caravatti_caravatti, vincitore del Premio Architetto Italiano 2017, con attività professionale sia in Italia che all’estero. Lo studio coniuga l’attività professionale e l’impegno sociale, che si traduce in esperienze di progettazione orientate prevalentemente ad ambiti di marginalità.

Emilio Caravatti è un architetto che opera all’interno del gruppo di lavoro caravatti_caravatti; con lui il fratello Matteo, Chiara Gugliotta ed Elena Verri. 

Lo studio caravatti_caravatti, attraverso incarichi sia in Italia che all’estero, coniuga l’attività professionale e l’impegno sociale, che si traduce in esperienze di progettazione orientate prevalentemente ad ambiti di marginalità. Ne sono una testimonianza la realizzazione di diverse infrastrutture pubbliche in Africa occidentale. 

Vincitori di numerosi riconoscimenti in concorsi di progettazione in Italia e all’estero, tra le opere più recenti, si segnalano il Centro di riabilitazione fisica Jigiya So, due scuole comunitarie in zone rurali nella Repubblica del Mali. In Italia, a seguito di competizione internazionale, la ristrutturazione di una vasta area pubblica nel centro storico di Vercelli e alcuni progetti pubblici di piccola scala nell’area metropolitana milanese. 

Lo studio è tra i soci fondatori di Africabougou Onlus, associazione non lucrativa che concentra il suo impegno a favore dei villaggi rurali dell'africa Sub-Sahariana, contando sul supporto diretto di collaboratori locali e su una rete di contatti con istituzioni private, comuni rurali, associazioni e autorità locali.  Si segnala anche l’attività di scatolAperta, associazione con sede in studio, che organizza e realizza laboratori di architettura per bambini nelle scuole e in altre realtà di marginalità sociale.

Nel 2017 alle opere dello studio è stato attribuito il Premio “Architetto italiano dell’anno”, prestigioso riconoscimento del Consiglio Nazionale degli Architetti a Roma (2017). Per i loro progetti hanno ottenuto, la Gold medal al XII° International Prize for Sustainable Architecture a Ferrara (2017), una menzione d’onore al Piranesi Award 2016 a Piran (Slovenia), il premio speciale S. Nievo Dedalo Minosse a Vicenza (2014) e il Premio speciale Brick AWARD a Vienna (2010).  Finalisti della Medaglia d’Oro all’architettura italiana nel 2009 (menzione speciale) e nel 2015 (all’opera sociale).

Comunicato Stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium