/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 05 giugno 2019, 18:10

Movimento turistico in Provincia di Savona: il grosso degli arrivi proviene da Lombardia e Piemonte

In calo le presenze degli straieri. L'assessore Regionale Berrino: "Savona è storicamente la provincia col turismo meno "internazionale" della Liguria, ma se i dati di aprile saranno confermati prevediamo una inversione di tendenza".

Movimento turistico in Provincia di Savona: il grosso degli arrivi proviene da Lombardia e Piemonte

Il sito della Regione Liguria riporta i dati relativi all’analisi del movimento turistico della Regione (CLICCA QUI). 

Quanto emerge dai dati raccolti nei primi mesi del 2019 in particolare per la Provincia di Savona evidenzia che nel 2018 sono arrivate 277.578 persone mentre nel 2019 si è registrato un incremento dell’1,09% con 280.606 arrivi (ndr. indica il numero delle persone che giungono in Provincia), calo invece nelle presenze (ndr. il dato prende in considerazione il numero delle notti trascorse dai clienti negli esercizi ricettivi) del 2,57% di questi in particolare, a calare sono stati gli arrivi e le presenze degli stranieri.

Andando a guardare il dettaglio della provenienze troviamo dati che confermano che la maggior parte di turisti italiani che approda in provincia di Savona arriva da Lombardia e Piemonte

Nel 2018 sono arrivati 99.152 lombardi, mentre nel 2019 ne sono arrivati  calo, però delle presenze che nel 2018 sono state 439.896 mentre nel 2019 sono state 430.265.

Per quel che riguarda gli arrivi dal Piemonte nel 2018 sono state 75.543 mentre nel 2019 sono state 80.868 le presenze, invece sono passate da 222.234 a  232.885.

Per quel che riguarda le provenienze dall’estero il dato più rilevante è quello dei turisti provenienti dalla Germania e poi quelli dalla Svizzera.

Per quel che concerne la Germania i dati sono: 22.675 arrivi nel 2018 contro i 17.947 del 2019  e  102.809 presenze del 2018 contro le  76.919 nel 2019 con un calo, quindi di  -25,18%.

Per quel che riguarda turisti svizzeri : 10.697 presenze nel 2018 mentre nel 2019 sono stati 10.557 .

L'Assessore Regionale Gianni Berrino commenta i dati: "Savona è storicamente la provincia col turismo meno "internazionale" della Liguria. Questo ha portato negli ultimi 2 anni, in cui il resto della Liguria continuava a crescere grazie all'aumento dei turisti stranieri che compensava il calo degli italiani,  un calo di arrivi e presenze nelle strutture ricettive della provincia".

Non tutto è perduto, però, infatti l'inversione di tendenza, oltre ad essere auspicata, pare essere preannunciata: "I dati di aprile, se confermati nei prossimi mesi, segnano un'inversione di tendenza molto importante. Il turismo ligure deve sempre di più guardare all'estero, le abitudini degli italiani sono molto cambiate negli anni, le vacanze sono sempre più brevi e diversificate, si sono moltiplicate le mete facilmente raggiungibili, e dal 2018 sono anche ripartite destinazioni come l'Egitto che avevano subito un brusco stop per le crisi internazionali ed il terrorismo".

Conclude Berrino: "Il Patto per il turismo, che dà la possibilità ai comuni di aumentare di molto, grazie all'imposta di soggiorno, le risorse da destinare a servizi, eventi e promozione, unitamente al raddoppio del budget di agenzia In Liguria, per promuovere maggiormente tutta la regione sono il segnale del sempre maggior impegno che la Regione da al turismo, e risposte concrete alle difficoltà che alcuni nostri territori oggi hanno di posizionarsi al meglio e competere con le tante destinazioni turistiche nostre concorrenti".

 

Mara Cacace

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium