/ Albisolese

Albisolese | 15 agosto 2019, 12:00

Albissola Marina, il 21 agosto Pozzo Garitta ospiterà "Arabesque" di Riccardo Farolfi e Sergio Grazzini

Appuntamento alle ore 21.00: in caso di cattivo tempo, l'evento si svolgerà all'interno del Circolo degli Artisti.

Albissola Marina, il 21 agosto Pozzo Garitta ospiterà "Arabesque" di Riccardo Farolfi e Sergio Grazzini

Mercoledì 21 agosto, alle 21, nella “bomboniera” di Pozzo Garitta in Albissola Marina, appuntamento con "Arabesque" di Riccardo Farolfi e Sergio Grazzini: un viaggio a ritroso nei secoli scorsi per addentrarci nel mondo della musica per danze dal ' 500 al ' 900.

Riccardo Farolfi, rinomato concertista di Bologna, ha effettuato numerose tournè in Italia e all'estero accompagnando nei loro recital importanti attori quali Arnoldo Foà, Nando Gazzolo, Riccardo Cucciolla, Raoul Grassilli ed altri.

Sergio Grazzini, già primo contrabbasso dell' Orchestra Sinfonica del Teatro comunale di Bologna e della Filarmonica del Teatro alla Scala diretta dal M° Muti. Già docente a Lucca dell' Istituto Superiore di musica L.Boccherini, Concertista, in Italia e all'estero con un vasto repertorio dedicato al grande musicista e contrabbassista G.Bottesini.

“ARABESQUE”, nato nel 2008, ha una notevole attività concertistica in numerose città italiane e presenta  un variegato programma di musiche di compositori famosi che hanno introdotto nelle loro composizioni danze conosciute e popolari, da Bach,  Rossini  Brahms  Ravel  Monti ed altri, in un arco di tempo storico dal 600 al 900.

Con questo programma ha riscosso notevole consenso di pubblico ovunque, e siamo lieti di riproporlo nei nostri “Mercoledì”

Come sempre INGRESSO LIBERO

In caso di cattivo tempo, l'evento si svolgerà all'interno del Circolo degli Artisti.

 

Riccardo Farolfi ha studiato chitarra classica con Giuseppe Semola e Renzo Cabassi del Conservatorio di Parma, con cui si è diplomato; il Liuto con Orlando Cristoforetti del Conservatorio di Verona; con Giorgio Pacchioni e Roberto De Caro la Musica d’insieme del Rinascimento e del Barocco; con Tullio Milan e Enrico Volontieri elementi di composizione, strumentazione e basso continuo: si è inoltre laureato all’Università di Bologna in Ingegneria civile. Esegue musica (perlopiù dell’Ottocento) in duo col flautista Gianni Lazzari, che usa anch’egli importanti strumenti d’epoca. Suona in duo col violinista Matteo Penazzi e suona in duo con Davide Monda – fine poeta e, soprattutto, eclettico studioso di fama internazionale –, affrontando musiche vocali classiche ed “etniche”, sempre risultato di un paziente, aggiornato scavo filologico.

 

SERGIO GRAZZINI, contrabbassista, si diploma presso L‘Istituto di alta Cultura Musicale "Luigi Boccherini" di Lucca sotto la guida del M. Armando Galli già Primo Contrabbasso del "Maggio Musicale" di Firenze. 

Si perfeziona come solista e in Musica da Camera presso l'Accademia Chigiana di Siena con i Maestri Franco Petracchi, Riccardo Brengola e Rocco Filippini. Successivamente segue i corsi di perfezionamento solistico presso il Campus Internazionale di Musica di Sermoneta con il M° Petracchi, grande concertista e direttore d‘orchestra tra i più significativi della seconda metà del '900.
Sergio Grazzini, in seguito ad un'accurata ricerca sulle tecniche innovative del contrabbasso, crea una sua scuola strumentale che gli permette di insegnare con notevole profitto sia presso l'Istituto di Alta Cultura Musicale "Luigi Boccherini" di Lucca che in Corsi di Alto Perfezionamento e Master Class internazionali per giovani contrabassisti in Italia (Bologna, Casale Marittimo, Fivizzano, Montaione, Pescaglia, Porcari, ecc.) e all'estero (Kansas City, Truman University, Park University - U.S.A, ecc.).

Il M° Grazzini svolge tutt‘ora una notevole attività solistica e cameristica, specializzata nella valorizzazione del repertorio virtuosistico delle composizioni del grande contrabbassista romantico Giovanni Bottesini. 
Nell‘antico e perduto stile del Basso Continuo utilizza un Violone antico del 1680 per lo sviluppo dell'accompagnamento al cembalo. 

Vincitore di 10 concorsi nazionali ed internazionali presso i maggiori Teatri italiani ed esteri ottiene notevoli successi artistici con le orchestre del: Teatro Comunale di Bologna (Primo Contrabbasso dal 1974 al 2004), Filarmonica del Teatro "Alla Scala" di Milano, Teatro "La Fenice" di Venezia, Teatro Lirico di Cagliari, Teatro "Carlo Felice" di Genova, Teatro "Marrucino" di Chieti, Radio Televisione Italiana di Torino, RAI di Milano, ecc.  1° Contrabbasso delle Orchestre: Teatro del Giglio di Lucca, Sinfonica di Massa Carrara, Filarmonica Italiana di Piacenza e di altre Orchestre Toscane fino al 2008. Nel 2005 è stato chiamato come Primo contrabbasso e Tutor della fila nell'Orchestra Lirico Sinfonica del Teatro "Marruccino" di Chieti, diretta dal M° Marzio Conti, Direttore Artistico: Sergio Rendine. Ha suonato sotto la direzione dei Maestri: Claudio Abbado, Roberto Abbado, Herbert Albert, George Albrecht, Angerer Paul, Aronovitch Yuri, Maurizio Arena, Sir John Barbirolli, Piero Bellugi, Luciano Berio, Gary Bertini, Bruno Campanella, Franco Caracciolo, Aldo Ceccato, Sergiu Celibidache, Riccardo Chailly, Gabriel Chmura, Aaron Copland, Colin Davis, Vladimir Delman, Gaetano Delogu, Pierre Dervaux, Franco Ferrara, Gabriele Ferro, Carlo Franci, Rafael Früberg de Burgos, Daniele Gatti, Gianandrea Gavazzeni, Gianluigi Gelmetti, Vladimir Ghiaurov, Reynald Giovaninetti, Ettore Gracis, Mario Gusella, Herbert Handt, Eliahu Inbal, Michi Inoue, Eugen Jochum, Emmanuel Krivine, Rafael Kubelik, Gustav Kuhn, Alain Lombard, Peter Maag, Lorin Maazel, Bruno Maderna, Otmar Maga, Franco Mannino, Igor Markevich, Bruno Martinotti, Kurt Masur, Carl Melles, Riccardo Muti, Paolo Olmi, Marcello Pani, Paul Paré, Giuseppe Patané, Zoltan Pesko, Francesco Molinari Pradelli, Georges Prêtre, Ezra Rachlin, Luciano Rosada, Mario Rossi, Esa Pekka Salonen, Wolfgang Sawallisch, Thomas Schippers, Jerzy Semkov, Giuseppe Sinopoli, Georg Solti, Vladimir Spivakov, Karlheinz Stockhausen, Otmar Suitner, Gianpiero Taverna, Yuri Temirkanov, Christian Thielemann, Walter Weller, Myun Wun Chung, Carlo Zecchi, Alberto Zedda, ecc.  Ampio il repertorio che comprende formazioni e programmi classici, inusuali, jazzistici, ecc.  Suona un violone contrabbasso del 1680 attribuito a Nicolò Amati, un violone contrabbasso veneto Kaiser—Gofriller del 1685 e un contrabbasso a pera del liutaio milanese Giacomo Rivolta del 1848. 

Comunicato Stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium