/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 27 novembre 2019, 17:30

Cadibona aperto e poi richiuso, per il Pd: "Ennesima prova dell'ineguatezza amministrativa di Toti"

Lunardon, Righello e la Federazione Pd Savona: "Continue mosse di sola propaganda da parte della Regione"

Cadibona aperto e poi richiuso, per il Pd: "Ennesima prova dell'ineguatezza amministrativa di Toti"

Commentano Giovanni Lunardon, capogruppo PD in consiglio regionale, Mauro Righello, consigliere regionale PD provincia di Savona e la Federazione provinciale di Savona del Partito Democratico: "Il presidente Toti non perde mai occasione per dimostrare tanto la propria propensione alla propaganda quanto la propria inadeguatezza amministrativa. Lunedì, dopo essersi accuratamente fatto riprendere e fotografare insieme al Ministro De Micheli e ai sottosegretari e dopo aversi fatto attendere in provincia da sottosegretari, parlamentari, consiglieri regionali, sindaci, perché asserragliato in sala giunta con i fedelissimi, ha dato indicazione al presidente della Provincia Olivieri di riaprire della strada del colle di Cadibona: una riapertura che dopo poche ore si è rivelata prematura, tanto che la strada è stata nuovamente chiusa.

Se oltre che di comunicazione e di TV, cioè il lavoro che ha svolto con successo per una vita, Toti si intendesse un po' anche di amministrazione pubblica, saprebbe che prima di riaprire una strada sono necessarie verifiche accurate da parte di tecnici.

Ma per lui, il richiamo dei media è stato troppo forte. Così la strada è stata riaperta "per finta" ed è stata chiusa nuovamente dopo poche ore, e ai disagi dovuti alla chiusura si sono aggiunti quelli derivanti dal fatto che numerose persone, che avevano organizzato i propri spostamenti in funzione della riapertura, si sono ritrovate la strada nuovamente interdetta al traffico.

Tutto questo solo perché Toti, Vaccarezza e Olivieri volevano fare bella figura. Bella figura come quella che credono di fare cercando di intestarsi il merito del potenziamento dei treni nella tratta Torino-Savona, quando questa è stata prontamente richiesta nella giornata di lunedì 25 non da loro ma dal Ministro De Micheli: da domani verranno aumentate le carrozze e dal 5 dicembre vi saranno treni aggiuntivi.

Nei prossimi mesi ci impegneremo a fondo per cambiare il governo di questa Regione, mettendo al centro i cittadini, i problemi reali e la loro soluzione anziché i lustrini, i tappeti rossi e la propaganda spicciola tanto amati da Toti e dalla sua amministrazione".

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium