/ Savona

Savona | 20 gennaio 2020, 17:10

Savona, il 23 gennaio “Cityforming, spunti di rigenerazione creativa. Dialogo con Maurizio Carta”

Appuntamento alle ore 18.00 presso il prestigioso Teatro Sacco

Savona, il 23 gennaio “Cityforming, spunti di rigenerazione creativa. Dialogo con Maurizio Carta”

Giovedì 23 gennaio 2020 alle ore 18.00 si terrà l’ottavo appuntamento della rassegna ArchiLecture dal titolo “Cityforming, spunti di rigenerazione creativa. Dialogo con Maurizio Carta” presso il prestigioso Teatro Sacco di Savona.

L’incontro è promosso dall’Ordine degli Architetti PPC della provincia di Savona, con il patrocinio del Comune di Savona, del Consiglio Nazionale Architetti PPC e dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria.

Archilecture08 vedrà la partecipazione del gradito ospite prof. Maurizio Carta, urbanista di Palermo che presenterà la sua esperienza professionale: i laboratori di architettura per bambini, i processi di urbanistica partecipata e riqualificazione urbana attraverso processi sociali, arte e cultura anche in contesti di periferia, e la sua partecipazione nel 2018 ad “Arcipelago Italia” alla Biennale di Venezia, che ha messo in evidenza i fenomeni di spopolamento e di degrado dei paesi e delle cittadine dell’interno italiano e le strategie progettuali per contrastarlo.

Nel corso della serata l’autore presenterà anche il suo nuovo libro “Futuro. Politiche per un diverso presente”. “Il futuro deve tornare nel nostro lessico quotidiano, nel dibattito pubblico e nella nostra strumentazione di progettisti. Dobbiamo reimpadronirci della capacità di progettare futuro a partire dall’attivazione di un diverso presente dei luoghi che abitiamo. La costruzione del futuro come esito consapevole delle nostre azioni collettive capaci di modificare il presente che non ci piace poiché produrrebbe il futuro che non vogliamo.” dice Maurizio Carta “Questo è un libro dedicato a chi non si accontenta di essere postumo e vuole costruire un futuro come genesi creativa e responsabile del presente possibile. Un futuro più consapevole e lungimirante, più sensibile alla bellezza e ai diritti, più equo e sicuro, ma soprattutto più irresistibilmente seducente e attraente.” In questo processo gioca un ruolo importante l’educazione e la sensibilizzazione delle giovani generazioni.

“L’incontro sarà infatti l’occasione per lanciare la partecipazione dell’Ordine al progetto nazionale Abitare il paese, promosso dal Consiglio Nazionale, al quale abbiamo aderito quest’anno in via sperimentale con un primo laboratorio pilota di architettura su due classi di quinta elementare” dice il Presidente Giacomo Airaldi ”pertanto auspichiamo una grande partecipazione non solo di architetti e cittadini, ma anche di insegnanti e istituzioni per mettere le basi per il prosieguo del progetto con laboratori futuri.” “Il progetto sperimentale è partito con successo, i ragazzi hanno risposto positivamente ai primi incontri in classe con i nostri tutor opportunamente formati a livello nazionale” dice Francesco Campidonico coordinatore del progetto.

Questa sperimentazione a Savona è iniziata nell’Istituto Comprensivo Savona II Sandro Pertini, all’interno di  due classi quinte della Scuola Primaria G. Mameli. L’attività si sviluppa durante tutto l’anno scolastico, attraverso incontri e tavoli di lavoro organizzati dagli architetti/tutor Margherita Menardo e Elisabetta Taramasco in collaborazione con l’insegnante Daniela Viola. Partendo dal tema “La città che vorrei” i bambini stanno elaborando la loro visione per Savona utilizzando tecniche libere che sceglieranno tra scatti fotografici, filmati, diari di viaggio, appunti, schizzi, mappe, installazioni e plastici realizzati con i materiali più diversi. Il confronto con l’esperienza di Maurizio Carta è di grande stimolo”.

Comunicato Stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium