/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 28 gennaio 2020, 19:05

Legge pubbliche assistenze, il Gruppo Pd in Regione: "Voto favorevole perchè era il male minore"

"La Giunta rischia di mettere a repentaglio l'intero sistema dell'emergenza ligure e di distruggere un presidio sociale sanitario importantissimo"

Legge pubbliche assistenze, il Gruppo Pd in Regione: "Voto favorevole perchè era il male minore"

"Abbiamo votato a favore della legge sulle pubbliche assistenze per scongiurare il più possibile la messa a gara dei servizi di emergenza. Ma è chiaro che il bando promosso dalla Giunta ligure che mette a gara i trasporti sanitari interni agli ospedali è in aperta contraddizione con quanto abbiamo votato oggi e ci trova fermamente contrari". Così il Gruppo Pd in Regione Liguria dopo l’approvazione all’unanimità in Consiglio regionale della nuova legge sui trasporti sanitari in Liguria.

"Con una mano Toti e Viale propongono una legge per scongiurare le gare, con l'altra invece fanno l'esatto contrario, rischiando di mettere a repentaglio l'intero sistema delle pubbliche assistenze. La nostra è una posizione identica a quella delle pubbliche assistenze e delle croci sul nostro territorio, che non hanno mancato di esprimere le loro preoccupazioni e la loro contrarietà rispetto a un bando di gara che sconfessa il percorso condiviso che ha portato al voto di oggi sulla legge" proseguono gli esponenti dem.

"Abbiamo chiesto invano la revoca di quel bando: continueremo a chiederlo come del resto abbiamo fatto ancora oggi. Questo provvedimento votato oggi in Consiglio è il male minore, la riduzione del danno. Ma non è certo la migliore legge possibile. Abbiamo provato ad emendare la legge in aula, ma si siamo riusciti solo parzialmente facendo accogliere un nostro emendamento che considera trasporti qualificati e come tali quindi assegnabili con affidamento diretto anche le prestazioni di trasferimento di pazienti tra presidi ospedalieri e tra più stabilimenti dello stesso presidio, riducendo ulteriormente l'ambito dei servizi che possono andare a gara - aggiungono dal Gruppo PdIl nostro voto quindi non rappresenta alcun passo indietro, come ha tentato maldestramente di ricostruire l'assessore Viale, ma è solo il tentativo di tenere in vita presidi sanitari e sociali importantissimi come le pubbliche assistenze e le Croci. Luoghi sani in cui si formano i giovani su valori importanti come il volontariato e la condivisione. Ma anche presidi sanitari fondamentali per garantire il diritto alla salute dei liguri nei piccoli centri dell'entroterra, spesso lontani da ospedali e ambulatori".

"Il sistema delle pubbliche assistenze liguri è uno dei migliori in Italia, per efficienza e capillarità, soprattutto a fronte di un territorio orograficamente difficile come il nostro. Il timore è che i servizi interni messi a gara finiscano in mano a qualche monopolista che li aggiudichi al massimo ribasso, peggiorando il servizio. O peggio, come accade in altre parti d'Italia, vadano in mano alla a soggetti di dubbia serietà e affidabilità. Mettere in difficoltà questo sistema virtuoso rischia di creare un danno enorme ai cittadini liguri" concludono infine dal Pd regionale.

Comunicato Stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium