/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 17 febbraio 2020, 13:30

Premio "Fionda di legno" 2020 ad Albenga: chi sarà "il nome misterioso"? Cresce l'attesa

I Fieui di Caruggi hanno inventato un divertente "social game" dispensando un indizio al giorno sulla pagina Facebook dedicata alla "Fionda"

Il Premio "Fionda di Legno" (foto di Mario Rossello tratta dalla pagina Facebook dell'evento)

Il Premio "Fionda di Legno" (foto di Mario Rossello tratta dalla pagina Facebook dell'evento)

Sarà rivelato mercoledì 19 febbraio, alle 11 nella Sala degli Stucchi del Comune di Albenga il nome del vincitore del Premio “Fionda di legno”. Tutti gli anni, l’associazione culturale “I Fieui di Caruggi” dedica questo titolo ha chi ha saputo tirare “buone fiondate”.

Che cosa significa “buone fiondate”? Tutto sta nella capacità di veicolare un forte messaggio sociale, magari talvolta con toni dissacratori e fuori dagli schemi, ma sempre e comunque positivo, per offrire alla società importanti spunti sui quali riflettere.

Chi tira le fiondate è il “matettu”, il bambino, e nella celebre favola fu proprio un bambino l’unico ad avere il coraggio di rivelare che il Re era nudo.

Quindi per tirare buone fiondate bisogna aver saputo conservare il candore, l’innocenza e la sensibilità del bambino. Attenzione: candore e innocenza ma non certo ingenuità. La “fionda” dei Fieui è stata di volta in volta assegnata ad alcuni dei più grandi nomi dell’arte, della musica, del giornalismo, dell’imprenditoria, dello spettacolo che popolano il variegato mondo culturale italiano. Da Paolo Villaggio a Milena Gabanelli, da Roberto Vecchioni ad Antonio Ricci, da Brunello Cucinelli alla band dei Nomadi (solo per citare alcuni nomi qua e là di un ricchissimo “Albo d’Oro”, senza per questo far torto a nessuno degli altri, importantissimi, premiati) sono solo alcuni esempi delle figure che hanno fatto la storia della “Fionda di Legno”.

Ma quest’anno chi sarà il premiato?

Si sa che i Fieui dei Caruggi sono giocherelloni e dispettosi, non è un caso che ad Albenga si siano conquistati il soprannome di “monellacci”. E infatti quest’anno, per stimolare la curiosità del pubblico, si sono inventati uno spiritoso gioco “tutto social”: dall’11 febbraio, giorno in cui hanno annunciato la “Presentazione della fionda” per “il 19 alle 11 e 11” (ebbene sì, amano anche giocare con i numeri), sulla pagina Facebook dedicata alla Fionda di Legno hanno iniziato a dispensare un indizio al giorno.

Del premiato 2020 finora sappiamo che: è un uomo, è nato nella seconda metà del Novecento, preferisce la cucina tradizionale a quella troppo innovativa, ha frequentato una scuola d’Arte Drammatica, ha vinto importanti premi (d’oro e d’argento), è sceneggiatore e regista, ha interpretato ruoli drammatici e comici.

Per caso qualcuno ha già indovinato? Se la risposta è no, ormai si tratta di avere meno di 48 ore di pazienza e finalmente il segreto sarà svelato.

Alberto Sgarlato

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium