/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 03 marzo 2020, 19:40

Concessioni agli stabilimenti balneari, l'assessore Scajola: "Problema sentito non solo a livello regionale"

"Manca una direttiva che spieghi come applicare la norma"

Concessioni agli stabilimenti balneari, l'assessore Scajola: "Problema sentito non solo a livello regionale"

Nel corso della seduta odierna del Consiglio regionale, si è parlato di concessioni agli stabilimenti balneari.

Vittorio Mazza (Gruppo misto) ha presentato un’interrogazione sull’applicazione della legge 145 del 2018, che proroga le concessioni vigenti fino al 2033. Il consigliere ha ricordato che la Regione nel 2019 ha inviato ai Comuni due circolari esplicative circa l’applicazione della legge e che, a garanzia della certezza dei rapporti, la vidimazione del titolo concessorio è un atto necessario da parte dei Comuni i quali, però, in seguito ad alcune sentenze contrastanti in materia, non hanno ancora provveduto alla vidimazione delle concessioni. Mazza ha sottolineato che la legge richiede da parte dei Comuni semplici  “vidimazioni”, poiché l’effetto della durata della concessione è dato dalla legge e non dall’atto amministrativo di accertamento. Il consigliere ha chiesto quando verranno adottate misure per favorire il tempestivo riscontro alle istanze dei concessionari con il conseguente rilascio degli atti di accertamento secondo quanto previsto dalla legge.

L’assessore al demanio Marco Scajola ha ribadito l’impegno della Regione a sostegno del comparto dei balneari e della proroga delle concessioni, così come stabilito dalla legge 145. «Il problema è assolutamente sentito non solo a livello regionale - ha detto – ma anche nazionale per un comparto che, indotto compreso, riguarda un milione di posti di lavoro» e ha sottolineato il clima di incertezza in cui si trovano i Comuni a causa dell’assenza «di una direttiva che spieghi come applicare la norma, assenza che ha determinato un vuoto legislativo».

Scajola ha annunciato che nell’ultimo incontro avvenuto a Roma nella Conferenza Unificata il ministro degli Affari regionali Boccia ha assicurato che entro il mese di marzo sarà finalmente emanato il decreto della Presidenza del Consiglio dei ministri con le direttive necessarie per applicare la legge.

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium