/ Attualità

Attualità | 28 marzo 2020, 10:15

La Voce dei Giovani con Yepp Albenga: "Artefici del proprio destino"

Un articolo che dimostra con i fatti il più autentico e profondo significato della parola "resilienza"

La Voce dei Giovani con Yepp Albenga: "Artefici del proprio destino"

YEPP Albenga è l’associazione che aiuta i giovani a realizzare le proprie idee, a diventare cittadini attivi, e a portare ad Albenga il cambiamento che desiderano. Ha sede nel Centro Giovani di Piazza Corridoni 9, ex Cinema Astor.

Artefici del proprio destino

Sono tornato ad Albenga per festeggiare il compleanno di un mio amico e alla fine sono rimasto per salutare un’ultima volta la donna che mi ha insegnato cos’è l’amore, mia nonna… che poi per me era la mia mamma! L’ultima volta che l’avevo vista era a Natale, il primo senza Papà.

Sono cresciuto in casa della nonna, perché mamma lavorava quando riusciva e papà, anche prima di aver perso il lavoro, mi è sempre sembrato assente, se non per crearmi difficoltà. Ho capito solo quando lui non c’era più, che mi ha fatto da scudo contro tutte le scelte sbagliate che potessi prendere.

A modo suo, Papà è stato il mio esempio di vita: “Fai quello che ti dico e non fare quello che faccio”, erano le parole che mi ripeteva sempre… Solo ora ne comprendo il coraggio, la forza, la sofferenza e la speranza che imprimeva in quell’insegnamento. Con lui a proteggermi dalle maggiori insidie, io ho potuto concentrarmi sulla scuola, nel coltivare amicizie sane e indelebili, e ho potuto scoprire le sfumature del primo amore. Sono stato in grado di prendere decisioni in autonomia fin da piccolo, avevo paura della solitudine ma non riconoscendo nei miei un supporto affidabile, ho dovuto imparare ad arrangiarmi. Così la prima volta che ho lavorato avevo circa 15 anni, sento ancora nelle ossa il freddo di quel dicembre… Per consegnare le pizze in motorino non era la stagione migliore!

A 19 anni sono finalmente riuscito a comprarmi uno scooter tutto mio e, dopo qualche mese, mi sono pagato la patente da solo. Tutti i miei amici già l’avevano e sono stati loro ad insegnarmi a guidare, perché a papà l’avevano ritirata l’anno prima, quello dei miei 18, e sono stato io a pagare la sua contravvenzione…

Sempre a 19 anni, qualche mese prima di iniziare a vivere da solo, ho conosciuto lo YEPP, e giuro che non mi ha mai fatto sentire tale!

Ho sempre amato studiare ed imparare cose nuove, ma purtroppo la mia situazione familiare non mi ha permesso di frequentare l’università, così dopo sette giorni dal mio esame di maturità, mi sono trasferito all’estero per lavoro.

Dopo undici mesi sono tornato in Italia e lo YEPP, il posto dove avevo frequentato il mio primo corso di musica, era lì ad aspettarmi, pronto a incoraggiarmi a inseguire i miei sogni! Quante esperienze ho potuto vivere: sono stato un conduttore, un attore per i videoclip che noi stessi abbiamo scritto, ho composto canzoni insieme ad altri giovani, ho festeggiato un primo premio a livello nazionale, ho cantato davanti a un sacco di persone, sono stato insegnante di calcio-balilla, sono stato responsabile dell’apertura del centro giovani, ho praticato 6 sport diversi nella stessa piazza dove anni prima “sprecavo” le mie giornate seduto sui muretti a sputare per terra, ho sofferto e ho trovato conforto nelle passioni in comune, ho conosciuto persone da così tanti paesi diversi che non riuscirei a ricordarli tutti e mi piace pensare che mi abbiano reso una persona migliore.

Passati così altri cinque anni, ora mi ritrovo a vivere lontano da Albenga, ma nella nuova città avevo già degli amici, conosciuti con gli scambi di YEPP! Lavoro per una grossa azienda internazionale, di cui sicuramente avete qualche prodotto in casa, ho un contratto a tempo indeterminato e sono anche riuscito a comprarmi la mia prima automobile!

Non appena queste emergenza sanitaria sarà finita e potremo tornare a lavorare insieme agli ultimi ritocchi, uscirà il mio primo inedito accompagnato da altri 4 brani musicali di cui sono coautore insieme ad altri giovani, proprio come me. Tutte queste esperienze mi hanno permesso di bussare alla porta giusta e ora potrei avere la possibilità di scrivere un album intero! Dovrei avere paura lo so, e un po’ ne ho, ma ho capito che in questo momento della vita abbiamo la penna in mano e siamo noi a scrivere il nostro destino!

L'Autore di questo articolo:

Andrea Riggi, 24 anni, addetto vendite, studia musica e pratica buddismo. È membro del direttivo di YEPP Albenga e negli anni ha ricoperto diversi ruoli, dal coach di musica al responsabile dell'Albenga Street Festival, fino ad essere uno dei trainer di Welcomship.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium