/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 05 aprile 2020, 16:09

Ponte di Genova, Toti: "Cantiere che non si è mai fermato, simbolo della Liguria che non si arrende ma anche di un paese che dovrà essere pronto a ripartire"

Il cantiere ha raggiunto i 900 metri di struttura in quota sui 1060 previsti, con il varo dell’impalcato da 50 metri tra la pila 12 e la pila 13

Ponte di Genova, Toti: "Cantiere che non si è mai fermato, simbolo della Liguria che non si arrende ma anche di un paese che dovrà essere pronto a ripartire"

"Questo cantiere, che non abbiamo mai voluto fermare, rappresenta la capacità della nostra città e della nostra regione di reagire a tutto quello che è successo in questi anni. Ne abbiamo passate tante, ma abbiamo saputo rialzarci, come sapremo rialzarci dall’emergenza Covid-19”. Così il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti, in visita al cantiere del nuovo ponte di Genova che oggi ha raggiunto i 900 metri di struttura in quota sui 1060 previsti, con il varo dell’impalcato da 50 metri tra la pila 12 e la pila 13.

“Abbiamo chiesto che quest’opera andasse avanti – aggiunge Toti -  ed è stato così, ovviamente con tutte le precauzioni che hanno permesso a tutti di lavorare ogni giorno in piena sicurezza.  Qui abbiamo avuto anche una persona che è stata contagiata dal Coronavirus, ma tutta la squadra che era con lui si trova in quarantena e nessuno corre alcun rischio”.

“Abbiamo deciso, tutti, di comune accordo – prosegue - che questo ponte dovesse andare avanti perché è il simbolo dell’Italia che ce la fa, ma non solo questo, è anche il simbolo di un’Italia che dovrà essere pronta per ripartire, con tutte le carte in regola. Poi, in concreto, questo ponte è molto importante per la Liguria, per i porti di Genova e Savona, per il turismo, per tutto quello che dovremmo fare nel prossimo futuro”.

“Abbiamo tenuto aperti anche i cantieri dello Scolmatore del Bisagno, quelli che stanno rifacendo le dighe dei porti danneggiati dalle mareggiate quelli che si stanno occupando di rifare le strade franate a causa del maltempo – prosegue Toti - Insomma, la Liguria non si è fermata e credo che chi può, ovviamente senza trascurare in alcun modo la sicurezza, debba continuare a lavorare, perché lo fa anche per quegli  infermieri che sono arrivati volontari oggi all’aeroporto, lo fa per tutti i medici, gli infermieri e gli operatori sanitari che ogni giorno rischiano nei nostri ospedali per salvare la vita dei malati. Lo fa per tutti noi e per il nostro futuro”.

Comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium