/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 06 aprile 2020, 10:15

Sondaggio Swg per le Regionali: il Governatore vede il bis, cresce la lista Toti, stabili Lega, FdI e FI, tra gli avversari flessione del Pd

L’indagine conferma come sia in forte aumento il gradimento dell’operato dell’Amministrazione Toti rispetto a febbraio, salito dal 52 al 79%. 'Cambiamo' balza al 20% mentre crolla il centrosinistra

Sondaggio Swg per le Regionali: il Governatore vede il bis, cresce la lista Toti, stabili Lega, FdI e FI, tra gli avversari flessione del Pd

E’ molto positivo il gradimento dell’operato svolto dall’Amministrazione regionale, guidata da Giovanni Toti. La conferma arriva dall’indagine quantitativa svolta dall’agenzia Swg e condotta in una rilevazione con tecnica mista, con interviste telefoniche, all’interno di un campione di 1.500 soggetti maggiorenni residenti in Liguria, tra l’11 e il 23 marzo.

L’indagine conferma come sia in forte aumento il gradimento dell’operato dell’Amministrazione Toti rispetto a febbraio, salito dal 52 al 79%. Solo il 22% lo ritiene non efficace. Anche la notorietà del presidente è in crescita, passando dal 90% di ottobre scorso, al 92 di febbraio ed al 96% di marzo. Trend in salita anche per la fiducia riposta dagli intervistati nei confronti del Governatore, passata dal 23% del 2014, al 58% tra ottobre e febbraio scorsi, per raggiungere il 75% di marzo.

I metodi utilizzati nell’indagine sono di tipo casuale, come per i campioni probabilistici mentre i parametri sono uniformati ai più recenti dati forniti dall'Istat, con un margine d’errore statistico del 2,5%. Una serie di informazioni che portano il Governatore Toti ad una notorietà nettamente superiore a quella di cinque anni fa, quando fu eletto alla massima carica regionale.

Anche la lista ‘Cambiamo!’ che Giovanni Toti proporrà alle prossime elezioni regionali (che dovrebbero svolgersi in autunno dopo il rinvio dovuto all’emergenza Coronavirus) è in netta crescita secondo i dati di Swg. La prima stima fatta a ottobre scorso la vedevano attorno all’11%, in salita a febbraio al 17 ed oggi sarebbe al 20,5%, ponendosi come il secondo partito della regione.

Davanti ci sarebbe solo la Lega che, partita da un dato altissimo alle Europee dell’anno scorso (34,3%), ha visto un calo costante secondo le rilevazioni dell’agenzia, passando al 28% nell’ottobre scorso, al 24 di febbraio per attestarsi a marzo al 22,5%. Toti, sempre secondo Swg, se si andasse ora al voto potrebbe contare sul 56% dei suffragi, con il 22,5% della Lega, il 20% del suo movimento ma anche sul 7% di Fratelli d’Italia, 4% di Forza Italia e del 2% di Liguria Popolare.

Con un tasso di indecisi pari al 20%, il centrodestra sarebbe nettamente avanti, visto che il centrosinistra (secondo i dati Swg) potrebbe contare sul 20% del Partito Democratico ma su una frammentazione totale degli altri partiti: Movimento 5 Stelle all’8%, Mdp 3,5, Italia Viva e Verdi 1,5 e +Europa, Azione e Liste Civiche all’1% (totale centrosinistra 37,5%). Ci sono poi altri partiti che andrebbero a ottenere il 6,5% dei voti.

Dati che, se confermati, porterebbero Giovanni Toti e la sua coalizione alla riconferma alla conduzione della Regione Liguria. Ora, ovviamente, bisognerà attendere la fine dell’emergenza Coronavirus per poter individuare una data per poter indire le elezioni che, fino a qualche settimana fa, venivano indicate tra settembre e novembre prossimi.

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium