/ Solidarietà

Solidarietà | 08 aprile 2020, 14:32

Le associazioni di volontariato albenganesi distribuiscono le mascherine donate da Antonio Galati (FOTOgallery)

Galati è un imprenditore ingauno che ha avuto successo a Pechino, in Cina, grazie a un ristorante specializzato in cucina italiana

Le associazioni di volontariato albenganesi distribuiscono le mascherine donate da Antonio Galati (FOTOgallery)

Al via oggi le consegne di 8.000 mascherine donate da Antonio Galati, imprenditore ingauno che ha fatto fortuna in Cina, dove a Pechino ha aperto un rinomato ristorante italiano.

Antonio Galati (di origine calabrese) era emigrato giovanissimo ad Albenga e da qualche anno poi si è trasferito a Pechino. Di là ha seguito le vicende del Coronavirus in Italia e, non dimenticando Albenga, ha voluto spedire quale omaggio ai cittadini ingauni 8.000 mascherine. L'operazione si è perfezionata tramite l'ex sindaco Giorgio Cangiano. 
Stamane ne è iniziata la gratuita distribuzione, curata dalla consigliera delegata al Volontariato Martina Isoleri che si è avvalsa di una squadra di volontaridi varie associazioni: Telefono Amico -Azione Cattolica - Scouts - Assoc. "SIAMO" - Cittadini Stanchi  e Alpini.

Gli albenganesi che attendevano di entrare nei supermercati (quelli senza mascherina)  hanno trovato la gradita sorpresa dei volontari che li hanno muniti del dispositivo.

Venerdì toccherà alle associazioni di Volontariato a beneficiarne.

Fotoservizio di Silvio Fasano

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium