/ Pietrese

Pietrese | 24 aprile 2020, 18:04

Terapia Intensiva Santa Corona: buone notizie dalla raccolta fondi

"La generosità di tutti voi ha contribuito in concreto all'assistenza ai Pazienti del Reparto"

Terapia Intensiva Santa Corona: buone notizie dalla raccolta fondi

Un'altra bella notizia in tema di generosità per l'emergenza COVID-19. Riportiamo la lettera di ringraziamento di un'iniziativa di raccolta fondi a favore dell'Ospedale S.Corona di Pietra Ligure, che da oltre un mese sta donando materiale al Reparto di Terapia Intensiva.

A circa un mese di distanza dall'inizio della nostra raccolta fondi siamo oggi ad aggiornarvi su quanto è stato fatto; come avete potuto vedere dai vari aggiornamenti, grazie alla vostra generosità, abbiamo potuto donare quasi 12.000 euro di materiale alla Rianimazione di Pietra Ligure, ripartiti tra Presidi medici e DPI.
Siamo partiti con l'acquisto di un sistema di ossigenazione ad alti flussi (Humidoflo) che ha riscosso "grande successo" tra i Pazienti, per la notevole tollerabilità e tra gli Operatori per la facilità di utilizzo unita ad ottimi risultati ottenuti.

Partendo poi dall'assunto che senza Operatori è inutile avere centinaia di letti di terapia intensiva (un po' come disporre di 100 aerei, ma di soli 5 piloti...) ci siamo concentrati sulla ricerca di DPI. Nonostante la nota carenza a livello Italiano, con perseveranza ed un po' di fortuna, abbiamo reperito oltre 1000 mascherine FFP2 ed FFP3 (quasi introvabili) di marche note e qualità comprovata a prezzo REALE di epoca PRE-COVID (merito della grande onestà e serietà del Sig. Orlando della Odibì).

Abbiamo acquistato poi tute protettive, guanti, calzari e soprattutto 20 maschere facciali complete FFP3 e tre caschi a ventilazione positiva FFP3 in grado di offrire una protezione ASSOLUTA agli operatori durante le manovre maggiormente a rischio. Il costo di questi dispositivi non è affatto trascurabile, ma risultano essere più sicuri ed efficaci delle mascherine monouso e soprattutto utilizzabili per lunghi periodi. Inoltre, cosa non da poco, questi dispositivi hanno riscontrato un enorme successo tra il Personale per il comfort durante l’utilizzo prolungato, creando molte meno lesioni e migliorandone la tollerabilità delle lunghe ore di turno.

La Vostra generosità, è stata NOTEVOLE e giunta da ogni parte. Vogliamo ricordare tra i tanti la ditta Infineum di Vado Ligure, che su diretta richiesta di aiuto in un momento di difficoltà, ha versato nel giro di 2 giorni una cifra ragguardevole, pur avendo già dato molto all'Asl2 in precedenza; il Sig. Markus Lutzel dalla Germania che spontaneamente ha omaggiato il reparto ringraziandolo per le cure prestate alla consorte durante  un ricovero di ben 3 anni fa e ancora molti (Eroi) Anonimi che hanno elargito somme consistenti; siete stati MOLTI e TUTTI SPECIALI....

La generosità di TUTTI VOI ha contribuito IN CONCRETO all'assistenza ai Pazienti del Reparto. I risultati, nonostante le difficoltà si vedono. I Pazienti sono stati dimessi nella quasi totalità ed alcuni di loro sono già rientrati presso le proprie Famiglie. Nessuno tra i ricoverati, fortunatamente, ha perso la vita.

Tutto questo rappresenta non solo un successo per il nosocomio Pietrese, ma soprattutto per tutta la Comunità.

Purtroppo l'emergenza NON è conclusa. Anche se in numero ridotto, i ricoveri continuano ed il futuro è quantomai incerto.

Vi chiediamo di non far mancare il Vostro prezioso contributo e di continuare ad essere al nostro fianco.

Cogliamo l'occasione per ringraziare anche tutti coloro (Ristoratori, Negozianti o "semplici" Cittadini) che in questo periodo hanno supportato l'attività del Reparto regalando pranzi, colazioni e spuntini notturni.

Un grazie anche a Christian Guglielmi di Loano per le sue "visiere artigianali", alla Cooperativa Agricola di Finalpia per il materiale donato e la Croce Rossa Italiana sia come Comitato di Magliolo che nella Persona di Maria Luisa Anelli, per l'essenziale e continuo supporto.

Lettera

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium