/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 27 aprile 2020, 14:50

Fase 2, Vaccarezza: "Abbiamo il nostro piano da qui al 3 maggio, al di là dei 'compagni' che gufano"

Le critiche di Vaccarezza a Zingaretti: "Tra spritz, cinesi da abbracciare, truffe con le mascherine, ed errori con le barelle, non ne ha azzeccata una"

Fase 2, Vaccarezza: "Abbiamo il nostro piano da qui al 3 maggio, al di là dei 'compagni' che gufano"

Angelo Vaccarezza, capogruppo di Cambiamo! in Regione Liguria traccia un bilancio di questo annunciato inizio di fase 2:

"Buongiorno Amici.

Inizia una nuova settimana all'insegna delle novità, dei cambiamenti, delle modifiche apportate dal Governatore Toti Con un'ordinanza specifica che, ricordiamo, è valida fino alla mezzanotte di Domenica 3 Maggio.

Piano piano, ci riprenderemo la nostra normalità, ma ricordatevi, il bene di tutti dipende da ognuno di noi.

In questi giorni, la Regione Liguria è stata bersaglio, da parte dei Piddini autoctoni, di critiche sulla gestione di questa emergenza.

Sono stati fatti parallelismi assurdi con territori completamente diversi per orografia, storia sanitaria, demografia e.... risultati!

Sono state additate come esempi a loro dire virtuosi, fate come l'Emilia Romagna, copiate dalla Toscana, ma soprattutto, è stato portato in palmo di mano il modus operandi della ineffabile Regione Lazio.

La Regione Lazio, quella che vedete riassunta in una immagine.

Oggi il parallelismo lo faccio io, e lo faccio tra il nostro Presidente e il tanto incensato Zingaretti.

Il buon Nicola, in realtà, fin dall'inizio dell'emergenza, tra spritz, cinesi da abbracciare,  truffe con le mascherine, ed errori con le barelle, non ne ha azzeccata una.

La prima fregatura arriva dall'azienda Eco Tech srl, alla quale Regione Lazio versa UNDICI MILIONI di Euro di anticipo per OTTO MILIONI E MEZZO di mascherine che non arriveranno mai: ad oggi c'è un indagine della Procura e della Guardia di Finanza. 

Pare sia riuscito a rescindere il contratto, ma il ritardo nell'assistenza ai cittadini, quello resta.

Regione Lazio ha deciso all'inizio della diffusione del Covid, di acquistare le barelle di biocontenimento, che vengono utilizzate per il trasporto di pazienti affetti da patologie altamente contagiose. 

Ne acquista due, sotto l'attenta guida di una persona di sua estrema fiducia. 

Peccato che la misura dei dispositivi non viene controllata e le barelle non entrano né nell'ambulanza, né nell'eliambulanza. 

A meno di non tagliare via i piedi ai trasportati. Allora si, le porte si chiudono. 

Incompetenza? 

Incapacità? 

Disattenzione? 

Non parliamo di Fondi, Celleno, Nerola, Contigliano: quattro comuni della sua regione diventati ZONA ROSSA dalla sera alla mattina per manifesta incapacità gestire l'emergenza, bloccando la gente che stava andando a lavorare senza preavviso.

Qualcuno mi spieghi dove sta il virtuosismo in questa terra, per piacere.

La Liguria, la tanto discussa terra governata da Giovanni Toti, ad emergenza ha reagito cosi:

Prima Regione a chiudere scuole.

Prima Regione ad acquistare in autonomia, le ha pagate, SONO ARRIVATE, le ha distribuite a tutta la Liguria e questa settimana ripartirà il secondo giro di distribuzione.

Prima Regione a inventare spazi adeguati per affrontare l'emergenza, la nave ospedale, esempio virtuoso a livello nazionale.

Regione Liguria ha lavorato sul territorio con i liguri, emettendo ordinanze che fossero utili, ha reperito risorse anche quando il Governo le toglieva, ha continuato la sperimentazione dei farmaci anche quando il San Martino è stato escluso, ha insomma fatto tutto quello che andava fatto ma con serietà e attenzione, perché per noi la vita delle persone VALE.

Abbiamo, dai "colleghi" del centrosinistra ascoltato solo lamenti, lamentele e critiche.

Qui in Liguria gli esponenti del centrodestra hanno fatto squadra, sono saliti sulla barca, e come un unico equipaggio, si sono messi ognuno al proprio remo di competenza ed hanno cominciato a votare.

Le opposizioni invece hanno sin dall'inizio tifato contro, sono salite sul ramo ed hanno cominciato a gufare

Occhio però compagni, anche i rami più robusti, se appesantiti,  si spezzano".

Comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium