/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 19 maggio 2020, 16:14

"Mazzette" dalle pompe funebri in cambio di informazioni sui decessi: operazione della Guardia di Finanza sulla camera ardente di Santa Corona

Custodia cautelare in carcere per il dipendente della cooperativa che gestiva l'incarico. In manette anche due titolari di filiali a Pietra e Borghetto di un'agenzia di pompe funebri

"Mazzette" dalle pompe funebri in cambio di informazioni sui decessi: operazione della Guardia di Finanza sulla camera ardente di Santa Corona

Un’operazione della Guardia di Finanza di Finale Ligure, coordinata dal pm Claudio Martini, ha portato all'esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa nei confronti di Vincenzo Brancati, dipendente della cooperativa sociale Mar.Ris di Genova, che ha in gestione la camera ardente dell’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure.

A finire in manette anche altre due persone, Carlo Quaranta e Fabio De Giovanni, titolari delle filiali di Pietra Ligure e Borghetto Santo Spirito di un'agenzia di pompe funebri. Le accuse mosse sono a vario titolo quelle di concorso in corruzione di incaricato di pubblico servizio.

Nello specifico, secondo gli inquirenti, il dipendente in cambio di favori di vario genere, avrebbe rivelato agli addetti delle agenzie di pompe funebri informazioni sui decessi che si registravano sul territorio e parallelamente delle salme custodite presso l’obitorio.

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium