/ Politica

Politica | 22 maggio 2020, 10:42

Finale, chiede alla segretaria comunale di usare un programma di videoscrittura e riceve una diffida. La consigliera Cileto: "Atto grave, forse unico in Italia"

Durante l'ultimo consiglio la capigruppo di "Per Finale" ha stigmatizzato l'episodio che risale alle scorse settimane, dopo che, anche in veste di presidente della Seconda Commissione, aveva chiesto di redigere i verbali in formato digitale

Finale, chiede alla segretaria comunale di usare un programma di videoscrittura e riceve una diffida. La consigliera Cileto: "Atto grave, forse unico in Italia"

Consiglio Comunale decisamente animato in avvio quello di ieri pomeriggio a Finale Ligure. Una capigruppo straordinaria in apertura e l'annullamento un po' a sorpresa del question time sono state infatti le prime scelte del parlamentino finalese.

Una decisione, la seconda, che non ha però fermato la consigliera Tiziana Cileto dall'esprimere il proprio rammarico e raccontare quanto accadutole nei giorni scorsi, dopo l'assemblea precedente dello scorso 8 maggio, con la ricezione da parte della segretaria comunale, Isabella Cerisola, di una diffida dal valore di messa in mora. Ma ricostruiamo i fatti.

"Non vorrei sembrare polemica, ma chiedo se per favore si può tornare ai tempi moderni dove i verbali vengono trascritti in formato pdf" aveva affermato Cileto, spiegando come così si potesse favorire una più ampia facilità di lettura e comprensione dei documenti. Una sorta di accusa rivolta alla segretaria comunale in riferimento ai verbali della Seconda Commissione dove si era discussa la modifica al regolamento dei dehors.

Un'affermazione che non ha ben digerito la segretaria, tanto da muovere un passo formale nei giorni successivi. Ed eccoci al Consiglio svoltosi ieri pomeriggio, dove Cileto, irrompendo come un fiume in pieno nel question time cancellato ha portato a conoscenza dell'assemblea cittadina e degli spettatori della trasmissione in streaming l'accaduto.

"Penso di essere la prima in Italia a ricevere un atto come questo, ricevuto come Tiziana Cileto Capogruppo del gruppo 'Per Finale' - ha tuonato la consigliere -. E' un atto che lede me ma anche tutti voi. In qualità di consigliere di minoranza viene messo in criticità il mio dovere di cittadino e di consigliere di minoranza di svolgere la mia attività di controllo".

"Questo limita le mie possibilità ma così non sarà, continuerò ad agire come ho agito finora e continuerò a lavorare come ho sempre lavorato" ha quindi concluso Cileto.

Mattia Pastorino

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium