/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 28 maggio 2020, 07:42

RP comunale "SS Nicolò e Giuseppe": riprese le visite parenti dopo tre mesi

Incontri in sicurezza, rispettando distanze e precauzioni

Foto comunicato stampa

Foto comunicato stampa

Sono riprese nei giorni scorsi le visite dei parenti agli ospiti della Residenza Protetta comunale "SS Nicolò e Giuseppe" di Albisola Superiore. 

“Gli ultimi tre mesi sono stati molto impegnativi, sia sotto il profilo di mettere in campo ogni strategia che proteggesse i nostri ospiti dal rischio di contrarre il virus ma anche per gli ospiti stessi che hanno dovuto rinunciare, in primis, alla vicinanza e all’affetto dei loro cari e poi alla possibilità di fruire delle molteplici iniziative che, sia all’interno che all’esterno della Struttura, eravamo soliti organizzare" afferma in una nota l'assessore ai Servizi Sociali del comune di Albisola Superiore Calogero Sprio. 

"Tutto ciò ha però prodotto un eccellente risultato che è quello di non aver avuto, ad oggi, alcun caso di positività al Covid-19 e questo è frutto di un lavoro di squadra che ha coinvolto l’equipe multi-professionale e l’amministrazione comunale; un ringraziamento particolare va al direttore sanitario dott. Silvano Casella, alla direttrice amministrativa Grazia Ghisolfo, al Consorzio “Il Sestante” ma non ultimi agli operatori che hanno svolto con professionalità e  rispetto delle procedure la loro attività senza trascurare, anzi considerato l’attuale scenario incrementando, la cura della relazione con gli ospiti”.

“Dopo quasi tre mesi di contatti svolti solo attraverso video-chiamate – prosegue Sprio - gli ospiti della nostra RP Comunale da qualche giorno hanno finalmente modo di incontrare, seppur rispettando distanze e precauzioni, i loro cari. Questo avviene su appuntamento, sfruttando la permeabilità visiva che collega il giardino della Struttura con la piazza antistante e alla presenza degli operatori che assicurano il distanziamento sociale. Assistiamo ogni volta ad una grande emozione sia da parte degli anziani che dei loro familiari" prosegue. 

"La chiusura dell'accesso alla struttura da parte dei parenti, tuttora vigente per effetto dell'ordinanza del sindaco, è stata una decisione tempestiva e vincente ma indubbiamente anche onerosa sul piano affettivo. Ora però il giardino dell'RP, realizzato attraverso una raccolta fondi che coinvolse tutto il territorio albisolese, ci offre l'opportunità di soddisfare questo bisogno; ciò anche grazie alle caratteristiche del nostro giardino date dalla scelta che facemmo di immaginare un perimetro che delimitasse il "dentro" rispetto al “fuori" consentendo, al tempo stesso, un collegamento ed una continuità fra questi due ambienti" conclude l'assessore. 

Comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium