/ Sanità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Sanità | 28 maggio 2020, 16:30

Fondazione Gimbe dice no alla riapertura dei confini tra Liguria e altre regioni del Nord Ovest

Per questo ente di ricerca scientifica senza fini di lucro la curva dei contagi da Coronavirus è ancora troppo alta

Fondazione Gimbe dice no alla riapertura dei confini tra Liguria e altre regioni del Nord Ovest

Un secco "no" alla riapertura dei confini liguri con quelli delle due più grandi regioni del Nord Ovest italiano, Piemonte e Lombardia. Questo è quanto ha decretato la fondazione Gimbe.

La Fondazione Gimbe, che non ha fini di lucro, è stata fondata nel 1996 e ha sede a Bologna; ha lo scopo di favorire la diffusione e l’applicazione delle migliori evidenze scientifiche con attività indipendenti di ricerca, formazione e informazione scientifica, al fine di migliorare la salute delle persone e di contribuire alla sostenibilità di un servizio sanitario pubblico, equo e universalistico.

Come da statuto, Gimbe lascia parlare i numeri. E le cifre rivelano che la curva dei contagi nel Nord Ovest è ancora troppo alta.

Se la media nazionale in questo momento vede 32 persone affette dal Coronavirus ogni 100mila abitanti, questa cifra sale a 76 ogni 100mila nella nostra Liguria. Il valore si flette lievemente in Piemonte (63 ogni 100mila) e risale in Lombardia (96 ogni 100mila).

Ieri Giuseppe Sala, sindaco di Milano, ha affermato: "I liguri ci accoglieranno a braccia aperte" (leggi QUI).

Ma per fondazione Gimbe forse, prima di riabbracciare gli amici delle altre regioni, sarebbe meglio aspettare ancora un po'...

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium