/ Attualità

Attualità | 02 giugno 2020, 11:03

Savona, il 2 giugno e le piazze a confronto: la celebrazione istituzionale e il flashmob anti Governo (FOTO e VIDEO)

In contemporanea in piazza Mameli era presente la classica cerimonia con le istituzioni e in piazza Sisto la manifestazione di Lega e Fratelli d'Italia contro il Governo

Savona, il 2 giugno e le piazze a confronto: la celebrazione istituzionale e il flashmob anti Governo (FOTO e VIDEO)

Da una parte le celebrazioni istituzionali della festa della Repubblica, dall'altra il flashmob/manifestazione pacifica politica del 2 Giugno organizzata da Lega e Fratelli d'Italia.

Savona si è divisa in questo modo questa mattina, con il classico momento istituzionale organizzato in Piazza Sisto e alla presenza del Prefetto Antonio Cananà, il Questore Giannina Roatta, il sindaco Ilaria Caprioglio, il presidente della Provincia Pierangelo Olivieri, la presidente del Tribunale Lorena Canaparo e il procuratore della Repubblica Ubaldo Pelosi e i rappresentanti delle forze militari. Inno di Mameli, alzabandiera, il silenzio e il discorso del Presidente Mattarella letto dal Prefetto con le istituzioni distanziate rigorosamente sono state al centro della mattinata di ricordo.

Di tono diverso invece la manifestazione organizzata dai militanti del partito leghista e del partito capitanato da Giorgia Meloni. Diversi i cartelli di protesta nella centrale piazza savonese dove erano presenti il senatore Paolo Ripamonti, l'assessore regionale Stefano Mai, l'assessore savonese Maria Zunato insieme ai consiglieri comunali e provinciali leghisti. Un flashmob rispettoso delle regole con i partecipanti distanziati tra di loro e con le mascherine indossate, alla fine solo il coro dedicato al leader Matteo Salvini ha rotto il silenzio.

"Il nostro Governo si è dimostrato incapace di risolvere i problemi della gente, ci sono persone in piazza che stanno ancora aspettando di ricevere la cassa integrazione, ci sono commercianti che non sanno ancora se riusciranno a riaprire, ci sono lavoratori autonomi massacrati perchè non gli hanno fermato le bollette e gli affitti  - spiega il senatore Ripamonti - Confindustria ha ragione fanno più danni del Covid".

"E' la festa della Repubblica fondata sul lavoro, è un momento per dimostrare a tutti che la piazza esiste - ha risposto Ripamonti sulla "polemica" legata alla contemporaneità con la celebrazione istituzionale - non passi il messaggio che il dissenso non c'è ma è diffuso. Sono stato invitato dal Prefetto in piazza Mameli, l'ho ringraziato, sono andato a salutarlo, ma gli ho detto che la mia manifestazione è in piazza Sisto. Chiedetevi perchè hanno riaperto le regioni il 3 di giugno, è stato fatto per impedire a noi di fare manifestazioni più possenti, le persone che sono qua dimostrano che la Lega esiste e i cartelli esposti, le bandiere, dimostra che non vuole l'avvocato dei poteri forti al potere insieme a quella compagine complicata messa insieme da Pd e M5S".

Luciano Parodi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium