/ Solidarietà

Solidarietà | 05 giugno 2020, 16:16

"Mask to ride" fa tappa a Pietra Ligure e dona mille mascherine al Santa Corona

Sono arrivati nell'ospedale pietrese Alvaro Dal Farra, campione internazionale di Freestyle Motocross fondatore e manager del team di freestyle motocross Daboot, Mattia Cattapan, atleta disabile fondatore di Crossabili e a Nicola Barchet di Giesse Risarcimento Danni

"Mask to ride" fa tappa a Pietra Ligure e dona mille mascherine al Santa Corona

In viaggio in un’Italia finalmente con le regioni aperte e pronta a ricominciare attraverso l’uso consapevole della mascherina, questo è il motivo per cui Alvaro Dal Farra, campione internazionale di Freestyle Motocross fondatore e manager del team di freestyle motocross  Daboot, insieme a Mattia Cattapan, atleta disabile fondatore di Crossabili e a Nicola Barchet di Giesse Risarcimento Danni sono in viaggio! Oggi doppia tappa in Liguria. 

Stamattina hanno fatto visita all’unità Spinale dell’ospedale Santa Corona a Pietra Ligure dove hanno incontrato il primario, dottor Antonino Massone, a cui hanno consegnato 1.000 mascherine : “È stata una lieta sorpresa. Oltre al dono in sé, abbiamo avuto la certezza che qualcuno si è ricordato di noi e con questo ci siamo sentiti supportati dal mondo esterno dopo tutti questi mesi di distanziamento” dice il primario.


Terminato l’incontro di Pietra Ligure la carovana si è spostata a Sestri Levante direttamente su una spiaggia resa accessibile per le persone con disabilità.

 

Il tour MASK TO RIDE ad oggi ha già percorso 745 Km.

Partito il 3 giugno da Belluno, in Veneto, ha già toccato Piemonte e Lombardia. Ora la crew è già risalita sui 2 furgoni e dopo aver raggiunto la Toscana, dove ha fatto ulteriore tappa ad Arezzo, sta raggiungendo Salerno per l’imbarco in serata su un traghetto con destinazione Palermo. 

 

“Questo viaggio mi regala un’emozione diversa ad ogni incontro - sottolinea Alvaro Dal Farra - Scopro che ci stavano aspettando, che i più deboli hanno bisogno di partire dall’attenzione che possiamo dedicare loro e che basta poco per fare molto”.

 

MASK TO RIDE, ha come scopo principale portare in dono alle persone più fragili, che hanno subìto un abbandono pesante durante l’emergenza Covid19, le mascherine che servono per vivere serenamente questa fase due.

Ripartire da loro. Ripartire dalle periferie. Ripartire portando un sorriso a chi un sorriso raramente ha qualcuno a cui regalarlo. Ripartire dai dimenticati, sapendo bene che il successo con cui atleti come Alvaro e Mattia sono conosciuti non è tale se non è colmo di attenzione verso chi non ha avuto le stesse opportunità e solidarietà sincera. 

 

“Ho partecipato subito con entusiasmo a questo viaggio - sottolinea Mattia Cattapan - Da disabile so che devo fare tutto da solo e gestirmi per tanti giorni ma non ci si ferma, quando c’è bisogno noi ci siamo!”

 

L’iniziativa è stata resa possibile grazie all’importante contributo di Giesse Risarcimento Danni, da sempre attenta alle tematiche sociali, in particolar modo a sostegno di persone con disabilità. «Quest’anno festeggiamo, oltre ai nostri 25 anni di attività, il grande traguardo dei 50.000 danni risarciti a tutela di qualsiasi cittadino che si ritrova purtroppo coinvolto in un incidente grave e non sa come ottenere giustizia – spiega Nicola Barchet, presidente di Giesse – Per questo abbiamo voluto acquistare altrettante mascherine e portarle in dono a chi, in questo momento di ripartenza, rischia altrimenti di rimanere a volte “dimenticato”».

Mask to ride è un viaggio a tappe attraverso l’Italia, che coinvolge 8 Regioni e consegna 50.000 mascherine certificate anche per ragazzi con disabilità. L’idea è nata dalla collaborazione tra i bellunesi Nicola Barchet di Giesse Risarcimento danni, Alvaro Dal Farra del team di freestyle motocross DaBoot e Mattia Cattapan fondatore di Crossabili, con testimonial il campione paralimpico Oscar De Pellegrin.


Comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium