/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 29 giugno 2020, 09:24

Accesso familiari al San Paolo per assistere i parenti ricoverati: Vince Savona presenta una mozione urgente

Il documento impegna sindaco e giunta affinché l’assessorato alla Sanità della Regione responsabilizzi le direzioni sanitarie ad emanare un provvedimento unico e uniforme per tutti gli ospedali

Accesso familiari al San Paolo per assistere i parenti ricoverati: Vince Savona presenta una mozione urgente

Un provvedimento unico per consentire ai familiari di accedere all'ospedale San Paolo per assistere i parenti ricoverati: il gruppo "Vince Savona" presenta una mozione urgente. 

"Il Covid -19 non terrorizza più - si legge nel documento - i numeri dei contagi sono nettamente diminuiti, si assiste ad un aumento dei casi definiti “debolmente positivi” e chi si contagia non finisce in terapia intensiva. Considerato che sono risapute le gravi conseguenze che un ricoverato, prevalentemente anziano, può subire durante un ricovero dopo il trasferimento dal proprio ambiente familiare in ospedale". 

"Le persone anziane sono definite 'fragili', nei termini di possedere un grado acuito di vulnerabilità maggiore rispetto alle altre fasce di popolazione. Forme di stato confusionale fino al delirio, che hanno talvolta come conseguenza la contenzione fisica al letto. E inoltre immobilità, malnutrizione, disorientamento. Questi pazienti mettono a rischio la propria vita o la propria capacità funzionale anche per il fatto di non avere la possibilità di avere un proprio caro vicino che con la presenza attiva, cerca di rendere meno gravi le complicanze riferite al ricovero Ospedaliero. La vicinanza di un familiare è terapeutico quanto la più valida delle medicine". 

"Lo scorso 16 marzo, l'Asl 2 Savonese ha emesso una circolare con la quale affermava che le visite ai degenti erano sospese. Il direttore della struttura però, può disporre diversamente per i pazienti che necessitano dell’assistenza del caregiver. Il Dpcm dell'11 giugno (art 1 comma bb) afferma che l'accesso di parenti e visitatori a strutture di ospitalità e lungo degenza, residenze sanitarie assistite   (RSA), hospice, strutture riabilitative e strutture residenziali per anziani, autosufficienti e non, è limitata ai soli casi indicati dalla direzione sanitaria della struttura, che è tenuta ad adottare le misure necessarie a prevenire possibili trasmissioni di infezione". 

"Inoltre, la direzione sanitaria dell'ospedale Policlinico San Martino ha emanato una circolare lo scorso 3 giugno indirizzata a tutti i direttori di dipartimento e direttori Responsabili UU.OO Assistenziali dove si dice 'In considerazione delle mutate condizioni epidemiologiche dell’emergenza da Covid-19 (c.d.fase 2, post lock-down) si comunica che da venerdì 5 giugno sarà consentito l’accesso di un solo visitatore alla volta per ogni paziente ricoverato. I visitatori dovranno essere muniti di mascherina chirurgica e dovranno igienizzare le mani sia in entrata che in uscita dalla struttura'".

La mozione impegna il sindaco e la giunta "a farsi parte attiva affinché l’assessorato alla Sanità della Regione Liguria, responsabilizzi le direzioni sanitarie ad emanare un provvedimento unico e uniforme per tutti gli ospedali liguri che consenta la visita dei familiari ai pazienti ricoverati e superi le disposizioni dell’Asl 2 dello scorso 16 marzo". 

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium