/ Politica

Politica | 04 luglio 2020, 19:40

Scosceria (FdI): "La Cgil di Savona attacca la giunta savonese per il mancato aiuto alle fasce deboli. Forse ha sbagliato destinatario"

"É a Giuseppi, con la sua 'potenza di fuoco' di quattrocento miliardi (sognati di notte) che dovrebbero andare con forza a bussare a Roma". E sul sindaco Caprioglio: "Ha sbagliato con la società Costa ed ha causato uno spiacevole teatrino con la Tari"

Scosceria (FdI): "La Cgil di Savona attacca la giunta savonese per il mancato aiuto alle fasce deboli. Forse ha sbagliato destinatario"

"Leggo con stupore che la Cgil di Savona attacca la giunta savonese per il mancato aiuto alle fasce deboli. Forse ha sbagliato destinatario". Così l'Avv. Renato Scosceria, candidato alle Elezioni Regionali per Fratelli d'Italia.

"Infatti, se è vero, purtroppo, che le fasce deboli sono abbandonate a sè stesse e soffrono drammaticamente l'attuale situazione, è a Giuseppi, con la sua "potenza di fuoco" di quattrocento miliardi (sognati di notte) che dovrebbero andare con forza a bussare a Roma. Per il resto, ed a proposito del sindaco Caprioglio, condivido, mio malgrado, le dichiarazioni rese dal direttore dell'Unione Industriali, Dr. Alessandro Berta. Il sindaco ha sbagliato con la società Costa ed ha causato uno spiacevole teatrino con la Tari. Come dice il Dr. Berta, facciamo in modo che con le prossime elezioni comunali il nuovo sindaco crei le condizioni affinchè il capoluogo torni ad essere 'centro attrattivo. Oggi purtroppo non è così'" chiosa Scosceria.

redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium