/ Eventi

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | 06 luglio 2020, 19:00

L'attore Andrea Walts: "La mia 'Casa Byron' ai Chiostri di Finalborgo. Il Covid-19 non deve essere limitazione ma spunto per nuove forme espressive"

Ad agosto una commedia con Sara Zanobbio e Chiara Tessiore appositamente scritta nel rispetto delle norme anticontagio

L'attore Andrea Walts: "La mia 'Casa Byron' ai Chiostri di Finalborgo. Il Covid-19 non deve essere limitazione ma spunto per nuove forme espressive"

Sarà l’attore finalese Andrea Walts, affiancato dalle sue colleghe più fidate, le attrici (e docenti di teatro) Sara Zanobbio e Chiara Tessiore, a “salvare” il calendario estivo finalese.

Purtroppo non soltanto a Finale Ligure, ma in tutta la Riviera, l’intero palinsesto degli appuntamenti che animano l’estate è stato letteralmente “falcidiato” dalle limitazioni imposte dopo l’emergenza Coronavirus. Dalla musica al cabaret, dalle rassegne culturali alle sagre, quasi tutto in Liguria è stato cancellato.

Finalborgo ha perso per quest’anno il suo “Viaggio nel Medioevo”, mentre a Finalmarina l’ormai storica associazione I Feel Good Finale ha svolto comunque il suo importante ruolo di aggregante sociale svolgendo altre mansioni: ha dato supporto ai commercianti messi in ginocchio dal lockdown, li ha sostenuti e aiutati a ripartire, ma non ha potuto certo affiancare a tutto ciò anche un calendario di manifestazioni.

Ma mentre sembrava che il teatro dovesse subire una ancor più brutale battuta di arresto, almeno fino a dicembre 2020 o forse addirittura a gennaio 2021, gli ultimi decreti ministeriali hanno aperto un inaspettato spiraglio. Così, in tempi estremamente rapidi, Walts e i suoi collaboratori hanno imbastito almeno uno spettacolo da portare nel Finalese per quest’estate.

Racconta Elena Casanova, amica e collaboratrice di Walts da lungo tempo: “Andrea avrebbe avuto degli spettacoli già pronti da riproporre che avrebbero rispettato pienamente le norme. Per esempio Into the dust, nel quale due attori ai lati del palco, senza contatto tra loro, interpretano le ultime conversazioni dei Vigili del fuoco durante la tragedia dell’11 settembre a New York. Ma Andrea è stato coraggioso, non ha voluto adattare nulla, ha voluto invece creare qualcosa di nuovo per l’occasione, pur con i tempi stretti di cui disponeva. Inoltre Into the dust era un testo veramente doloroso e toccante, mentre adesso la gente ha bisogno di sorridere con qualcosa di più leggero, con tutto quello che ha passato”.

Ed ecco che arriviamo a “Casa Byron”, in programma il 19, 20 e 21 agosto alle 21.30 nella sede dei Chiostri di Santa Caterina (ottimale per contingentare gli ingressi). Sarà possibile accedere solo su prenotazione, presso il FerroCafé di Finalmarina. Presumibilmente saranno tra 80 e 100 i posti disponibili per ciascuna serata.

Ci racconta Andrea Walts: Mi piace pensare a questo progetto come un ‘work in progress’, perché ne stiamo trasformando la struttura in base alle regole costantemente aggiornate dai decreti ministeriali. Ho scritto qualcosa che volevo che nascesse già progettato nel rispetto delle norme anti-Covid, perché qualsiasi adattamento del pre-esistente avrebbe rivelato delle forzature”.

Alle parole di Andrea Walts si affiancano quelle dell’attrice Sara Zanobbio, che spiega: “Ai miei studenti dei corsi di teatro spiego sempre che le regole, in recitazione, sono bellissime, perché sono i mattoni sui quali si costruisce tutto. E lavorare con nuove regole significa aprirsi a nuovi orizzonti”.

In “Casa Byron”, ambientata nella Londra dei giorni nostri, Sara Zanobbio è Miss Johnson, una valutatrice di oggetti di valore per le aste, una esperta e saggia 70enne (una bella sfida per la giovane Sara) che viene invitata da Olivia (Chiara Tessiore) a valutare l’antico e pregiato mobilio di casa Byron, appunto. Ma ecco che ben presto le due donne si ritrovano circondate da spiacevoli e inquietanti fenomeni paranormali. E tra loro si materializza Ned (Andrea Walts), fantasma di un bel giovanotto degli anni ‘80, costretto a indossare una divisa delle SS naziste per l’eternità, perché questo era il ‘cosplay’ con il quale eccitava e ‘trastullava’ il libertino lord Byron. Da qui, circa un’ora e mezza di equivoci, suspense e risate intratterranno gli spettatori.

Gli arredi di pregio che ricostruiscono le ambientazioni sono gentilmente forniti da Damodara, mentre il service audio-luci è a cura di Cisque Service di Lorenzo Vicino. Testo e regia di Andrea Walts.

Oltre a “Casa Byron” ricordiamo che Zanobbio, Tessiore e Walts stanno lavorando alla seconda edizione della rassegna estiva “Riva baciata”, che ha debuttato la scorsa estate ai Bagni Boncardo con “L’Ora blu”. Di questo parleremo più avanti.

Soddisfazione è espressa anche dall’assessore al turismo Claudio Casanova: “Visto l’andamento positivo dei dati, che ci spinge a osservare la situazione con moderato ottimismo, grazie alla diminuzione dei contagi ma sempre con la giusta attenzione da tenere, stiamo valutando qualche manifestazione da organizzare per questa estate. Tutto si svolgerà nel pieno rispetto delle norme per prevenire ogni rischio di contagio. E sono molto felice del fatto che tra queste manifestazioni possano rientrare quelle di Andrea Walts, Sara Zanobbio e Chiara Tessiore, giovani artisti finalesi che da anni portano in scena durante l’estate un intrattenimento intelligente e di qualità”.

Conclude Elena Casanova: “Sono molto lieta del fatto che Finale Ligure disponga di una struttura di valore storico e molto versatile come il Plesso di Santa Caterina, che ha permesso di realizzare almeno questo evento.

Ma se penso ai tanti cinema, alle sale da ballo, ai vari luoghi del divertimento finalese che negli anni hanno chiuso i battenti o cambiato destinazione d’uso, mi piange il cuore. Io e Andrea Walts negli anni abbiamo organizzato tante cose insieme per amore della nostra città. E non è detto che magari un domani, qualora trovassimo gli spazi adeguati, non si decida proprio noi di allestire una nuova struttura da destinare al teatro e alla cultura. Se poi trovassimo anche degli investitori interessati a credere nel progetto sarebbe il massimo”.

Qui di seguito la videointervista ad Andrea Walts e Sara Zanobbio:

A. Sg.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium