/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 24 luglio 2020, 17:12

Milano-Sanremo, Albisola si smarca dal fronte anti corsa. Garbarini: “Non possiamo metterci contro una gara che ci dà rilevanza nazionale”

Ieri in Prefettura diversi comuni costieri hanno nuovamente ribadito il diniego al passaggio, Rcs ha dichiarato di voler venire incontro ai comuni posizionando gli steward sulle strade e riducendo le richieste sullo sgombero stradale

Milano-Sanremo, Albisola si smarca dal fronte anti corsa. Garbarini: “Non possiamo metterci contro una gara che ci dà rilevanza nazionale”

“Io sono a favore del passaggio, ci mettiamo contro una gara che ci dà rilevanza nazionale e in questo momento particolare per la Liguria ce n’è bisogno”. È chiaro il sindaco di Albisola Superiore Maurizio Garbarini, una voce fuori dal coro rispetto ai colleghi primi cittadini costieri del savonese che hanno negato il loro consenso al passaggio sull’Aurelia della Milano-Sanremo prevista per l’8 agosto.

“Quando la situazione del Coronavirus è migliorata ci siamo attrezzati per riaprire gradualmente tutto, anche il calcio è ripartito e diciamo no a una corsa storica? Siamo bravi a mettere il bastone tra le ruote ma dovevamo farlo su tutti gli aspetti a 360 gradi. Facciamo i moralisti per cosa? Nessuno ad esempio si è opposto e ha fatto un tavolo sulle Autostrade” ha continuato Garbarini che è tra i pochi amministratori favorevole alla gara.

Nella riunione che si è svolta ieri in Prefettura alla quale hanno partecipato gli amministratori locali e i comandanti delle polizie locali, i vertici provinciali delle forze dell’ordine, il presidente della Provincia Pierangelo Olivieri e Rcs, organizzatrice della gara, la fumata è stata grigia in quanto per ora non è stata trovata una soluzione alle preoccupazioni dei sindaci.

Punti cardine le risorse umane e il problema sanitario con l'organizzazione che ha dichiarato di voler venire incontro ai comuni posizionando gli steward sulle strade e riducendo le richieste sullo sgombero stradale. La maggior parte dei comuni costieri infatti nei giorni scorsi si è messa di traverso dando il diniego al passaggio a causa di diverse problematiche e dilemmi territoriali: il caos della viabilità legato alla difficile situazione che si è venuta a creare sulle autostrade e sull’Aurelia, la sosta “selvaggia” e non, motivi di sicurezza e un sabato nel pieno dell'estate con l'invasione dei turisti.

Il Prefetto Antonio Cananà chiederà ai sindaci di illustrare uno per uno le criticità sui loro territori e poi verrà fatto un punto della situazione finale sia nel Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica che nuovamente con una riunione congiunta.

Luciano Parodi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium