Elezioni comune di Savona

Elezioni comune di Loano

 / Cronaca

Cronaca | 26 luglio 2020, 10:15

Vandalismo, alcool, risse. Che succede ai giovani? Il finalese Tonino Scafuro: "Servono stimoli e opportunità per i nostri ragazzi"

Scafuro è impegnato in molteplici progetti di valore sociale e culturale nel comprensorio finalese

Vandalismo, alcool, risse. Che succede ai giovani? Il finalese Tonino Scafuro: "Servono stimoli e opportunità per i nostri ragazzi"

L’episodio di ieri di quattro giovani svizzeri in vacanza a Savona che come “passatempo” imbrattavano serrande (LINK QUI) è solo l’ultimo in ordine di tempo di una “escalation” fatta di risse (LINK QUI) e consumo frequente di droga e alcool.

Ma che cosa sta succedendo ai “nostri ragazzi”?

Alcune risposte prova a darle Tonino Scafuro, personalità stimata e apprezzata in tutto il comprensorio Finalese per il suo impegno nel sociale e nell’organizzazione di eventi. L’attenzione riposta da Scafuro è costante verso tutte le fasce deboli della società, ma in modo particolare è rivolta ai più giovani.

Tonino Scafuro si sfoga attraverso un post su Facebook: “Ogniqualvolta io cerchi di organizzare qualcosa per i giovani c’è sempre qualcuno che cerca di mettere i bastoni tra le ruote dicendo che i volumi sono troppo alti, che il genere musicale è inadeguato per il contesto, che certi linguaggi musicali per lui sono solo rumore… La musica deve terminare alle 23:30 perché bisogna dormire. Mancano luoghi di aggregazione, spazi culturali gestiti dai giovani... è un fenomeno che molti sottovalutano perché di non facile soluzione”.

La proposta di Scafuro: dare alle giovani generazioni la possibilità di fruire di spazi da autogestire. Amministratori, parlate con i giovani e loro vi indicheranno la strada ... da Vietato a Si può fare!”

Conclude Scafuro: "Emerge un vuoto educativo, sia dal punto di vista della prevenzione che è fatta in modo non adeguato, sia dal punto di vista educativo con le famiglie che giustificano i minori dicendo che in fono alla loro età lo abbiamo fatto tutti, uno sdoganamento delle responsabilità che non va bene. Tra i minori l’abuso di alcoolici ha conseguenze gravissime e permanenti. Nell'organismo di un minore i meccanismi per eliminare l'alcol ancora non funzionano o funzionano molto poco, i tessuti sono ancora molto delicati. Inoltre occorrerebbe una ancor più massiccia campagna di controllo verso chi viola le regole sul divieto di vendita di alcool a minori".

Nelle scorse settimane Tonino Scafuro si è fatto promotore di un’intera giornata nella quale erano proprio i ragazzi a fare campagna di informazione per le vie e nelle spiagge di Finale Ligure, facendo presenti le loro richieste ed esigenze (leggi QUI). Durante la quarantena, invece, il progetto di Scafuro per non far perdere il contatto tra i giovani è stato basato sulla riscoperta dell’antico concetto del “cortile”, rivisitato nel rispetto delle regole del lockdown (leggi QUI).

Infine Scafuro si sta impegnando a diffondere la pratica dello “stone balancing”, una tecnica che attraverso la posa in equilibrio delle pietre aiuta a migliorare il rilassamento, la concentrazione, la respirazione e la manualità, ed è tra i promotori nei nostri comprensori del progetto nazionale “Rapkour”, volto a identificare nei centri urbani spazi nei quali i giovani possano esprimersi attraverso i loro linguaggi verbali, artistici, fisici e motori, dal rap al parkour, come sintetizza il nome.


A. Sg.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium