/ Sanità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Sanità | 02 agosto 2020, 07:52

Chi e’ e cosa fa l’endodontista: l’odontoiatria si compone di numerose superspecialità

Si tratta di colui che si prende cura della parte interna dei denti, sia quando sono vivi ed infiammati

Chi e’ e cosa fa l’endodontista: l’odontoiatria si compone di numerose superspecialità

Cari lettori di Savona News, continuiamo a fare chiarezza sui servizi e le specializzazioni che offre un moderno studio odontoiatrico.

Uno degli specialisti fondamentali, per poter conservare a lungo i vostri denti naturali, è l’Endodontista. Si tratta di colui che si prende cura della parte interna dei denti, sia quando sono vivi ed infiammati (ed avete il “classico” mal di denti), sia quando i denti hanno già perso la propria vitalità (e, magari, la vostra sofferenza è legata ad un ascesso o ad un granuloma).

L’Endodontista svolge un lavoro un po’ “oscuro” (il paziente non vede direttamente gli effetti della cura, come potrebbe accadere applicando una bella protesi o facendo una sapiente ricostruzione di un dente “davanti” ma il suo compito è essenziale per creare le giuste “fondamenta” adatte a sostenere lavori più articolati).

Ultimamente, con la diffusione dell’implantologia, si è diffusa l’idea che, anziché curare i denti, sia meglio toglierli e sostituirli con degli impianti; niente di più sbagliato! I denti naturali, se ben curati e mantenuti, sono geneticamente programmati per durare tutta la vita; gli impianti hanno, statisticamente, una vita limitata e, una volta persi, non è detto ci sia osso sufficiente per reinserirne degli altri.

Nel mio studio sono io ad occuparmi dell’Endodonzia in quanto questa è una delle mie specialità preferite (tant’è vero che la insegno agli studenti dell’Università di Genova e ai colleghi dei corsi e master che teniamo in Italia e all’estero).

Per lavorare correttamente l’Endodontista si avvale di diversi supporti tecnologici, in primis i binocoli ingrandenti (come minimo) ma, meglio ancora, il microscopio operatorio (che io utilizzo da quasi 20 anni…).

Grazie a questa strumentazione, alla preparazione specifica ed all’esperienza è oggi possibile salvare denti anche molto compromessi ma che, se ben curati, possono svolgere la propria funzione ancora per molti anni (e, per gli impianti, ci sarà tempo…).

Come dicevo, possiamo salvare denti anche molto “malconci”, ma se voi pazienti ci aiutate venendo a farvi curare quando i problemi sono ancora “piccoli”, è ovvio che le chances di successo aumentano e la quantità di lavoro (ed i conseguenti costi) si riducono notevolmente!

 

Se vedete che il vostro dentista dedica tempo ed impegno per salvare un vostro dente naturale (oppure vi affida ad uno specialista esterno con questo obiettivo) sappiate che si sta occupando della salute del vostro sorriso nel migliore dei modi: prendere una pinza e togliere “un pezzo di voi” per sostituirlo con un po’ di metallo è quasi sempre più facile, veloce e redditizio, ma non sempre è il miglior servizio che potete ricevere!

 

Per le vostre domande, come sempre, non esitate a scrivermi a dottore@attiliovenerucci.it

Buona Domenica!

 

Dr. Attilio Venerucci

Prof. A contratto c/o

Master in Laser Dentistry

Università degli Studi di Genova

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium