/ Sanità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Sanità | 04 agosto 2020, 15:56

La Asl 2: "La chirurgia protesica del Santa Corona non chiude"

L’ASL2 conferma la piena operatività della Chirurgia protesica del Santa Corona che resta inoltre sempre collocata nello stesso ospedale

La Asl 2: "La chirurgia protesica del Santa Corona non chiude"

L’ASL2 conferma la piena operatività della Chirurgia protesica del Santa Corona che resta inoltre sempre collocata nello stesso ospedale.

Gli interventi di chirurgia protesica sono costituiti da operazioni di protesi al femore conseguenti a fratture ed in questo caso le procedure previste continuano come, in fase pre Covid, con interventi in urgenza entro le 48 ore dall’evento traumatico.

Per quanto riguarda la chirurgia protesica d’elezione (es. grave coxartrosi...) i pazienti vengono chiamati secondo la lista d’attesa, dando priorità ai casi con fratture di femore.

Rispetto al periodo pre Covid, gli interventi di chirurgia protesica d‘elezione sono diminuiti a causa di una ulteriore riduzione del numero di anestesisti. Già dal mese di agosto, grazie alla convenzione per gli anestesisti siglata con il policlinico San Martino, una parte delle sedute operatorie di chirurgia protesica verrà riattivata.

L’Azienda ribadisce quindi che il reparto di chirurgia protesica del Santa Corona non verrà né chiuso né privatizzato e che si stanno predisponendo tutte le azioni possibili affinché la struttura possa operare a pieno regime. Presso l’Ospedale di Albenga inoltre è presente il MIOS, reparto altamente specializzato nel trattare chirurgicamente le protesi ‘infette’ e la cui attività è tendenzialmente in aumento.

Comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium