/ Loanese

Loanese | 09 agosto 2020, 12:11

Toirano, Roberto Bianco (FdI) chiede maggiori controlli: "Bisogna affrontare il problema sicurezza"

Il presidente del Circolo Fratelli d'Italia Val Varatella si è soffermato sulle diverse criticità che si sono venute a creare nel comune

Toirano, Roberto Bianco (FdI) chiede maggiori controlli: "Bisogna affrontare il problema sicurezza"

"La questione dell’incendio dell’autovelox, passando per la rottura della finestra della locale sede C.R.I., dei pessimi atteggiamenti tenuti dai frequentatori dei parchi pubblici e, da ultimo, per l’episodio del cane Bacco, costituiscono tutti segnali inequivocabili della necessità di affrontare in modo serio ed efficace il problema sicurezza".

Roberto Bianco, presidente del Circolo Fratelli d'Italia Val Varatella, ha provato a fare il punto sulle diverse criticità che si sono venute a creare nel comune di Toirano.

"E’ infatti chiaro che l’attività di prevenzione e presidio svolta finora dal locale Comando di Polizia Municipale non risulti sufficiente a garantire, da un lato, la percezione di un ragionevole senso di sicurezza da parte dei cittadini e, d’altro canto, una efficace deterrenza nei confronti di coloro che ritengano di voler compiere atti illeciti, che siano di natura amministrativa o penale. Fermo restando che dell’effettiva natura dell’incendio dell’autovelox non sono state fornite conferme ufficiali da parte degli inquirenti (né, peraltro, si hanno avute successive conferme del deposito di denunce da parte dell’Ente provinciale, solo vuota e sterile polemica accusatoria da parte di esponenti politici locali che, chissà con quale faccia tosta, verranno poi a chiedere voti ad una cittadinanza definita come violenta e insubordinata all’ordinamento statale)" continua Bianco.

" Tuttavia è certo che, se l’impianto fosse stato sottoposto a regolare videosorveglianza e se effettivamente la natura del rogo si dovesse confermare come dolosa, le Forze di Polizia avrebbero ben potuto individuare il reo in maniera celere e ragionevolmente certa. Riguardo alla rottura della finestra della sede della Croce Rossa, il sottoscritto si ritiene lieto del positivo esito della vicenda, che ha visto il ravvedimento operoso del responsabile del gesto. Ciò che non soddisfa è il pensiero che lo stesso si sia manifestato soltanto a seguito di una ventilata ipotesi di querela da parte dei Militi della Pubblica Assistenza e delle conseguenti potenziali indagini. Fermo restando che il senso civico impone che lo stesso autore del fatto avesse allertato spontaneamente e contestualmente la locale C.R.I., predisponendo sin da subito le attività di rimborso del vetro, la presenza di un sistema di videosorveglianza idoneamente dislocato e notificato mediante opportuna segnaletica avrebbe potuto contribuire all’individuazione del responsabile che si è invece costituito solo per mera fortuna" prosegue.

"Le lamentele delle mamme toiranesi, relativamente alle condotte spesso indecorose e talvolta addirittura violente di adolescenti nell’ambito dei parchi giochi comunali, ormai hanno assunto cadenza costante nell’ambito del gruppo social “Toirano”. Anche in questo caso, la videosorveglianza ben consentirebbe di prevenire atti vandalici rivolti ai giochi in legno, ove anche fattispecie di peggiore rilevanza. Questo particolare tema, peraltro, si allaccia alla parallela necessità di garantire agli adolescenti toiranesi idonei spazi sociali, magari recuperando e ristrutturando immobili comunali in stato di degrado e abbandono" spiega Bianco.

"Infine, la vicenda del cane Bacco ci dimostra ulteriormente come nell’ignoranza nascano le più fantasiose ricostruzioni fattuali. Il proprietario del povero animale, infatti, ha confermato direttamente sia al sottoscritto Presidente di Circolo F.d.I. Val Varatella e capogruppo della minoranza consiliare, sia al Sindaco in successiva sede, come nessuna delle descritte torture sia stata in realtà esercitata nei confronti del cane. Anche in questo caso, un impianto di videosorveglianza ben posizionato garantirebbe idonea tutela verso soggetti che volessero arrecare qualsiasi nocumento, predisporre esche ovvero compiere atti violenti nei confronti degli animali domestici dei cittadini ed ospiti di Toirano, contribuendo ad individuare eventuali colpevoli e a cristallizzare documentalmente le condotte illecite perpetrate. Il Sindaco, quale Ufficiale locale di Governo e di Pubblica Sicurezza ai sensi del T.U.E.L. e del T.U.L.P.S., ed il Comandante della Polizia Locale sono quindi invitati a confrontarsi con la cittadinanza e con la minoranza consiliare sul tema, procedendo ad istituire servizi di presidio e a predisporre un progetto per l’installazione e messa in opera di un adeguato sistema di videosorveglianza, a protezione e garanzia di tutta la cittadinanza" conclude il presidente del circolo Fratelli d'Italia Val Varatella.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium