/ Curiosità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Curiosità | 12 agosto 2020, 12:08

Notte di San Lorenzo: tra le stelle cadenti, anche tre oggetti misteriosi nel cielo di Savona

Sulla vicenda indaga l'associazione ARIA fondata dall'ufologo savonese Angelo Maggioni

Notte di San Lorenzo: tra le stelle cadenti, anche tre oggetti misteriosi nel cielo di Savona

Savona torna a far parlare di UFO, nella notte del 10 Agosto 2020 sono giunte all'associazione ricerca italiana aliena (A.R.I.A) alcune segnalazioni di tre presunti oggetti luminosi in cielo che viaggiavano a velocità sostenuta ed erano silenziosi.

Gli oggetti secondo alcuni testimoni erano apparsi dal nulla e due si dirigevano verso Nord (Cuneo) e uno verso Madonna del Monte, zona ormai da anni sotto attenzione ufologica.

L'ufologo Savonese fondatore di A.R.i.A Angelo Maggioni ha raccolto le testimonianze, ed essendo solo riportate dai testimoni e dunque prive di documentazione utile come foto o video ha esaminato i filmati di monitoraggio del cielo di proprietà A.R.I.A per cercare un eventuale riscontro di quanto raccontato.

L'ufologo spiega che in effetti nel filmato si vedono tre oggetti passare ad alta velocità, luminosi e presumibilmente sferici, due in una direzione e uno in un'altra, appaiono contemporaneamente i primi due risultano affiancati dando l'idea di eseguire la stessa rotta e destinazione, l'altro solitario si dirige verso Madonna del Monte, lo stesso ufologo che investiga da anni sulla zona Savonese è convinto che vi sia un collegamento ben preciso che coinvolge la zona del Melogno e Dego, qui in passato sono stati avvistati oggetti non identificati toccare il suolo terrestre.

Ad oggi, precisa l'ufologo non esiste ancora la pistola fumante sulle teorie che vedono come zona interessata quella descritta e ci si basa molto sulle segnalazioni anche del passato, dove non esisteva ancora la tecnologia evoluta di oggi e dove le contraffazioni erano pressoché difficili da attuare, così come i racconti di un tempo sicuramente risultano più genuini di quelli dei giorni nostri dove la volontà di apparire fa si che il testimone a volte forzi un avvistamento.

Maggioni ricorda anche il famoso evento del '74 avvenuto a largo di Bergeggi dove si ipotizza sia avvenuto il primo crash UFO Italiano, ma anche dei racconti delle mogli di pescatori che a largo di portofino videro oggetti luminosi inabissarsi in mare senza creare movimenti dell'acqua e sparire nel nulla senza più riemergere , interessante anche il racconto di un pescatore di Savona che raccontò di alcuni suoi avvistamenti proprio su Savona, sfere luminose che apparivano dal nulla si avvicinavano lungo il tratto ferroviario di via Nizza, poi diventavano grandi pulsanti e sparivano nel nulla, o di uno strano oggetto scuro vicino Villa Zanelli, metallico sospeso in aria e che in questo caso produceva uno strano sibilo per poi rimpicciolirsi e scomparire.

Tante sono le testimonianze del passato che spesso rafforzano o confermano alcuni avvistamenti attuali, questi tre oggetti rientrano nella casistica di oggetti volanti non identificati in quanto è stato possibile escludere oggetti convenzionali come droni, aerei, palloni sonda, lanterne, volatili, ovviamente rimane aperta l'ipotesi convenzionale di prototipi militari top secret o di droni militari.

Comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium