/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 14 agosto 2020, 17:59

Alassio, cinque "furbetti" della spazzatura individuati dalla Polizia Locale a sversare nei cassonetti al di fuori dell'orario consentito

Si tratta di utenze domestiche, residenti e non. L'amministrazione: "Richiesto il rispetto degli orari basati sul passaggio dei mezzi per lo svuotamento dei cassonetti per mantenere il decoro cittadino"

Alassio, cinque "furbetti" della spazzatura individuati dalla Polizia Locale a sversare nei cassonetti al di fuori dell'orario consentito

Cinque "furbetti" della spazzatura sono stati colti in flagrante dagli agenti in borghese della Polizia locale di Alassio. Si tratta di utenze domestiche di residenti e non sorpresi dagli agenti a conferire i rifiuti al di fuori degli orari prestabiliti. A loro il sacchetto di spazzatura è costato caro, poiché è stato loro elevato un verbale di 50 euro.

L'assessore all'Ambiente del Comune Giacomo Battaglia ha quindi ringraziato il Comandante della Polizia Municipale, Francesco Parrella e i suoi uomini che "in un'estate già molto complicata, stanno portando avanti anche i servizi per il controllo del rispetto delle norme per il conferimento dei rifiuti".

"A scanso di equivoci, non se ne fa una questione di mera puntualità oraria - spiega l'assessore -. Si chiede a gran voce il rispetto dei suddetti orari solo perchè sulla base di quelli sono organizzati i passaggi dei mezzi per lo svuotamento dei cassonetti. Conferire extra orario umido e indifferenziato ha numerose ripercussioni negative, gli odori, specie se si pensa all'umido, con le attuali temperature; e il decoro urbano, con i cassonetti colmi anzitempo con lo spettacolo che ovviamente sale agli onori delle cronache sui social media. Occorre la collaborazione di tutti per il rispetto di norme finalizzate al mantenimento di una città il più possibile pulita e decorosa".

"Quanto prima  inizieremo i lavori per la realizzazione delle nuove isole ecologiche a scomparsa ed entrerà in vigore il nuovo piano i cui effetti, ne sono certo, saranno evidenti agli occhi della cittadinanza residente e non. Basti pensare che da cassonetti da un metro cubo, si passerrà a contenitori a scomparsa di cinque metri cubi per tipologia di rifiuto" conclude Battaglia.

"Da luglio - aggiunge il Comandante Parrella - stiamo facendo servizi in borghese a 360° per l'ordine pubblico, il commercio abusivo, il rispetto delle norme anti covid, e quello delle ordinanze vigenti in tema di rifiuti urbani, non solo nei confronti dei privati, ma anche di utenze commerciali e di ristorazione; controlli che si protrarranno in maniera particolarmente serrata per tutto il mese di agosto, ma anche per il proseguo della stagione".​

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium