/ Curiosità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Curiosità | 16 agosto 2020, 19:00

Assonautica Savona conclude il Progetto PORT-5R all'insegna del Plastic Free

Dalla presentazione ufficiale del progetto, avvenuta 28 maggio 2018 a Cagliari, è stato fatto molto lavoro

Assonautica Savona conclude il Progetto PORT-5R all'insegna del Plastic Free

Dopo tanti sforzi Assonautica Provinciale di Savona è finalmente arrivata alla conclusione del progetto europeo PORT-5R, il cui obiettivo è la gestione sostenibile dei rifiuti nei porti del Mediterraneo.

Dalla presentazione ufficiale del progetto, avvenuta 28 maggio 2018 a Cagliari, è stato fatto molto lavoro, soprattutto per quanto riguarda la disseminazione nel Territorio delle buone pratiche legate alla strategia delle 5-R (Riduzione, Riuso, Riciclo, Raccolta, Recupero), attraverso molti eventi.

Un Forum sulla gestione sostenibile dei rifiuti prodotti dal diporto nautico, nel dicembre del 2018 presso la Sala della Sibilla ed un altro Forum nel luglio 2019 presso il Cinema Officine Solimano, entrambi con la partecipazione dei partner di Progetto, dei rappresentanti di Enti, Istituzioni ed Associazioni, oltre ad un gran numero di soci di Assonautica. Una campagna di sensibilizzazione contro l'abbandono dei mozziconi, portata nelle scuole e sulle spiagge (collaborazione con il Comune di Albisola Superiore).

Una manifestazione con i bambini – In barca all'insegna dell'ecologia, per la diffusione delle buone pratiche tra le nuove generazioni. Sono state diffuse le buone pratiche anche al 59° Salone Nautico di Genova, con spiegazioni, gadget e documentazione illustrativa. “Il mare che vorrei”, tenutasi a febbraio nella Sala della Sibilla al Priamar, è stata l'ultima manifestazione ed anche la più importante, con un numerosissimo pubblico legato principalmente all'ambiente scolastico in quanto erano state richieste ai bambini delle ultime due classi della scuola primaria, consulenze sulla gestione dei rifiuti in ambito portuale e sulla salvaguardia dell'ambiente marino.

Durante l'evento è stato firmato da 15 enti, associazioni ed imprese del territorio un importante documento: un protocollo comune per salvaguardare il mare. Il Progetto PORT-5R ha richiesto molto impegno, ognuno ha cercato di fare del proprio meglio per raggiungere gli obiettivi ed ora che tutto è concluso si spera che i risultati vengano apprezzati. Il 21 agosto si terrà una manifestazione, organizzata in forma ridotta, di chiusura del Progetto PORT-5R e di presentazione delle azioni pilota di Assonautica Provinciale di Savona nell'ambito di tale Progetto. Si inizierà presso la sede in Lungomare Matteotti 1, dove verranno inaugurati:

• Distributore di acqua microfiltrata e refrigerata (naturale o gassata), che rimarrà a disposizione dei cittadini, con invito all'utilizzo per sole borracce. Si tratta di una scelta ecologica che vuole limitare il consumo di plastica per l’imbottigliamento e l'inquinamento causato dal trasporto su gomma di enormi partite d’acqua minerale in bottiglia. Riuscire ad eliminare la plastica monouso è fondamentale per la tutela del nostro Mare; con i nuovi distributori d'acqua abbiamo la possibilità di provare a raggiungere questo scopo: niente bottigliette e niente bicchieri di plastica. Verrà raccomandato di evitare ogni spreco e di limitare l'uso dei distributori al consumo individuale.

• Compattatore di bottiglie di plastica e di lattine con rilascio voucher da conservare per ottenere, giunti ad un traguardo che verrà definito prossimamente, l'omaggio di una borraccia in alluminio con i loghi del Progetto PORT-5R e di Assonautica (fino ad esaurimento). Oltre a quello all'ingresso della sede altri due compattatori saranno presenti nelle aree dei Comuni di Albisola Superiore e di Albissola Marina, facenti parte anch'essi dei progetti-pilota di Assonautica. Il loro utilizzo permetterà un riciclo ottimale di plastica e alluminio.

Si proseguirà poi verso la zona Miramare e lungo il tragitto si potrà osservare il nuovo allestimento dei pontili. La vetusta plastica avviata ormai verso il procedimento di frantumazione in micro/nano plastiche, potenzialmente inquinanti, è stata interamente sostituita dal legno.

Si terminerà sulla banchina di Miramare dove verranno inaugurati:

• Due Seabin, cestini galleggianti che risucchiano e raccolgono i rifiuti dall'acqua, tra cui le microplastiche e idrocarburi. A breve verrà varato un programma per il loro utilizzo in ambito portuale

• Distributore di acqua microfiltrata a disposizione dei soci, per portare anche in banchina le buone pratiche del plastic-free. Lo stesso distributore è stato installato anche dagli ormeggi di Santa Lucia. L'evento si concluderà con una bicchierata.

Archiviato il Progetto PORT-5R rimarranno le buone pratiche, che dovranno diventare consuetudine, ricordandoci sempre che i piccoli gesti fanno raggiungere grandi risultati, se sono in tanti a compierli.

Comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium