/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 02 settembre 2020, 11:32

Borgio Verezzi, il sindaco Dacquino traccia il bilancio della stagione estiva sulle spiagge: "Prime indicazioni positive, adesso nuove sfide"

Contrasto all'abusivismo, rispetto delle norme anti Covid19 e la qualità della balneazione: queste le principali tematiche, ma ora si guarda al futuro: "Serve capire come conciliare qualità, quantità e sicurezza"

Borgio Verezzi, il sindaco Dacquino traccia il bilancio della stagione estiva sulle spiagge: "Prime indicazioni positive, adesso nuove sfide"

"La sicurezza sulle spiagge è stata impegno quotidiano: preparazione (di tutte le persone coinvolte) accurata prima dell'inizio della stagione balneare, informazioni preventive ad hoc, dialogo concreto con associazione frequentatori spiagge libere, messaggi verbali, presidio operativo nei periodi di punta, interventi mirati a sensibilizzare e responsabilizzare l'utenza. La nostra polizia municipale, ben supportata da un servizio privato, reso possibile grazie ad un finanziamento regionale, ha garantito a tutti una buona estate. Non si sono verificati fenomeni particolari in termini di cattivo uso del litorale, assembramenti e comportamenti aggressivi". Così Renato Dacquino, sindaco di Borgio Verezzi, in quello che si può definire un vero e proprio bilancio dell'estate sulle spiagge borgesi.

"Prevenzione abusivismo: una particolare attenzione è stata data a questa storica criticità estiva - prosegue Dacquino - Anche in questo caso il Comune di Borgio Verezzi ha ottenuto un finanziamento da parte del Ministero dell'Interno che ha permesso l'assunzione di due Agenti stagionali dedicati prevalentemente a specifici controlli sulle spiagge, creando un deterrente alla vendita abusiva. Anche i cittadini sono stati sensibilizzati a rispettare le regole e a non incentivare questa abitudine rendendoli edotti tramite campagne informative circa i pericoli e sulle possibili conseguenze legate all'acquisto di merce contraffatta. Sono stati fatti alcuni interventi e sequestri, in particolare risultano essere stati sequestrati circa 400 articoli posti abusivamente in vendita".

"Presenze a spiaggia: sono state, come sempre nel periodo luglio agosto, numerose - continua ancora il primo cittadino - i limiti imposti dal distanziamento hanno fatto sì che nelle spiagge private l'offerta sia stata ridotta ma, compensata, da una maggior attenzione al cliente. In molti hanno apprezzato i maggiori spazi auspicando anche per il futuro una situazione simile. Evidente che a fronte di un migliore offerta, a una qualità superiore bisogna corrispondere il giusto valore. Nelle spiagge libere, salvo eccezioni prontamente corrette, la responsabilizzazione ed il buon senso hanno funzionato. L'utenza si è suddivisa maggiormente tra tutte le spiagge libere e su tutto l'arco della giornata". 

Il primo cittadino si è quindi focalizzato sulla situazione nelle due tipologie di spiagge, pubbliche e private: "Nelle prime l'apprendimento e la conferma per tutti noi sono che queste spiagge sono parte integrante della nostra offerta turistica; purtroppo le norme attuali non ci permettono di realizzare spiagge libere attrezzate ma resta il dovere di tenerle in buono stato e di garantirne l'uso corretto. Nel secondo caso, invece, le prime informazioni ci dicono che la stagione, viste le premesse, è stata buona; di sicuro le incertezze e i continui adeguamenti operativi non hanno reso facile il lavoro dei balneari. Adesso si presentano nuove sfide (in un clima di incertezza da pandemia e da norme di settore), la prima è quella di decidere come conciliare qualità, quantità e sicurezza della propria offerta; capire se, nel tempo, esistono opportunità per allungare la stagione. La seconda, doverosa, è poter guardare al futuro su basi certe. Chiaro che gli imprenditori, che hanno investito, investono e investiranno capacità e risorse, hanno il diritto di poter lavorare in un quadro normativo chiaro. Ad oggi la situazione è che le concessioni demaniali sono prorogate ulteriormente fino al 2033 con provvedimento statale (l'ultima proroga arrivava fino al 2020); a seguito di problematiche di natura amministrativa e di contestazioni giuridiche delle norme di proroga, lo Stato è nuovamente corso ai ripari e finalmente solo a luglio di quest'anno ha convertito in Legge un provvedimento che dovrebbe tranquillizzare il settore; e pur nell'incertezza legislativa, i nostri uffici stanno predisponendo le lettere ai concessionari per provvedere al pagamento dei canoni demaniali per poi rilasciare a loro,  chiaramente entro la fine del 2020, il documento che certifica il prolungamento della concessione fino al 2033".

"Mare e balneazione: stagione eccellente! Le tante testimonianze e le foto confermano un mare di alta qualità. Alcuni fenomeni di 'macchie' sono stati probabilmente legati a emissioni di natanti di passaggio, a materiali arrivati da piena di fiumi o a pollini. Quello che è certo è che i dati Arpal sulla balneazione (monitoraggio fatto per tutta l'estate e pubblicato sul sito Arpal) dicono mare pulito" conclude infine il sindaco di Borgio Verezzi.

Roberto Vassallo

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium