/ Cronaca

Cronaca | 21 settembre 2020, 17:44

Vado, insulti nel 2014 al sindaco Giuliano. La prima cittadina in Tribunale: "Attacchi pesanti che mi hanno spaventato"

La prima cittadina vadese è intervenuta quest'oggi in aula nel processo che vede imputato Claudio Pistola

Vado, insulti nel 2014 al sindaco Giuliano. La prima cittadina in Tribunale: "Attacchi pesanti che mi hanno spaventato"

Insulti e minacce anche pesanti nei confronti del sindaco di Vado Ligure Monica Giuliano e un processo che è praticamente giunto alle battute finali.

Questa mattina in Tribunale a Savona la prima cittadina vadese davanti al giudice Francesco Giannone ha raccontato i fatti che risalgono al 2014 e che vedono coinvolto Claudio Pistola imputato per i reiterati insulti nei confronti del sindaco, del consigliere comunale Pietro Bovero e dell'ex primo cittadino Attilio Caviglia.

"Ho ricevuto pesanti attacchi verbali nei miei confronti e nei confronti dei dipendenti, parecchie volte è entrato nel mio ufficio ed aveva toni violenti e accesi, mi sono dovuto tutelare chiamando la polizia locale e i carabinieri" ha spiegato Monica Giuliano in aula.

L'uomo seguito dai servizi sociali valdesi, già dall'amministrazione precedente guidata dal sindaco Caviglia, come specificato dalla prima cittadina, ha ricevuto negli anni ingenti supporti economici per la spesa, gli affitti e le utenze. Ma le cifre che riceveva non gli bastavano.

"Gli abbiamo dato tutto il sostegno possibile - ha proseguito il sindaco - ha persino gridato che non saremmo arrivati a Natale. Mi sono preoccupata, ho avuto paura, gli attacchi non sono stati corretti, ci hanno spaventato".

Pistola davanti al giudice si è avvalso della facoltà di non rispondere. Il processo è stato rinviato per la discussione al prossimo lunedì 26 ottobre.

Luciano Parodi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium