/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 23 settembre 2020, 12:03

Ghiglia (Filcams Cgil Savona): "Turismo paga un deficit occupazionale pesante"

"Pronti ad una discussione articolata e complessa per la definizione di un turismo sostenibile anche per il nostro territorio"

Ghiglia (Filcams Cgil Savona): "Turismo paga un deficit occupazionale pesante"

"Come era prevedibile la pandemia ha avuto risvolti drammatici anche sul lavoro con il mancato rinnovo dei contratti a tempo determinato e forti penalizzazioni per gli stagionali: il turismo paga un deficit occupazionale pesante". Cosi commenta in una nota Cristiano Ghiglia, segretario Filcams Cgil Savona. 

"Il primo dato che si evidenzia è che il comparto complessivamente fatica, ha recuperato solo in parte a stagione avviata in quanto sono mancati i quasi vitali flussi dei vettori europei. Nostro obiettivo è quindi quello di tornare a dibattere su condizioni e prospettive della filiera turistica ed uscire dal piano della contingenza e della gestione emergenziale, ponendo quindi particolare attenzione alla situazione dei lavoratori, già ante Covid-19, in condizioni di forte precarietà". 

"Il turismo è un sistema integrato che ha bisogno di una serie coordinata di politiche economiche specifiche, l’auspicio è che diventino azioni legislative della Liguria - prosegue - Deve essere priorità della nuova Giunta il dettaglio dei fondi europei, le risorse vanno trovate nella prossima programmazione settennale per concretizzare le prospettive di riqualificazione dell’offerta ricettiva, la costruzione del portfolio prodotti ed esperienze turistiche liguri, la formazione e il patto per il lavoro nel turismo, la promozione". 

"In questi ultimi periodi il sindacato, la Cgil e la Filcams, sono stati promotori di idee che si sono concretizzate in intese positive con la Regione che hanno permesso di spendere sul territorio fondi come il recente accordo sul bonus di 500 euro per 5 mesi per tutti quei lavoratori stagionali che a causa delle difficoltà del settore sono rimasti senza lavoro e senza reddito". 

"Per questo crediamo che anche a livello territoriale, diventi utile ragionare in maniera più coordinata con enti locali e associazioni datoriali di categoria sulle potenzialità turistiche inespresse della nostra provincia, per tentare di definire un piano di intervento coordinato basato su un’offerta turistica più ampia, destagionalizzata, non solo balneare, condizione comunque necessaria per fare realmente un salto di qualità e creare le condizioni affinché i rapporti di lavoro siano maggiori, più stabili e duraturi".

"Perché se non si fa questo, se non si condividono proposte, diventa complicato essere convincenti sulla necessità di andare oltre gli slogan con chi amministra la Liguria per iniziare a concretizzare quanto delineato - conclude - La Filcams non intende sottrarsi ad una discussione articolata e complessa che dovrà tenere insieme diverse problematiche a partire dai temi della salvaguardia occupazionale, della garanzia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, della qualità dell’occupazione ed, in termini più complessivi, della definizione di un nuovo modello di turismo sostenibile anche per il nostro territorio". 

 

Comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium