/ Cronaca

Cronaca | 24 settembre 2020, 09:00

Viaggi in Italia: ecco come sono cambiate le regole

Dal 22 settembre al 7 ottobre sono richiesti in Italia tamponi per tutte quelle persone che arrivano da Croazia, Grecia, Malta, Spagna, Bulgaria e Francia

Viaggi in Italia: ecco come sono cambiate le regole

L'emergenza Coronavirus continua ad essere presente e la continua situazione legata all'aumento dei contagi in Europa nel resto del Pianeta mette in allarme anche l'Italia, dove sono entrate in vigore altre regole e restrizioni per chi viaggia.

Dal 22 settembre al 7 ottobre Roberto Speranza, il Ministro della Salute, ha emesso un'ordinanza che parla chiaro: estensione del tampone per chi entra o rientra in Italia dalla Francia e da Parigi. 

Per tutte quelle persone che hanno soggiornato o solo transitato in Armenia, Bahrein, Bangladesh, Bosnia Erzegovina, Brasile, Cile, Colombia, Kosovo, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldova, Montenegro, Oman, Panama, Perù e Repubblica Dominicana, sono bloccati gli arrivi nel nostro Paese.

Attenzione però, perchè gli spostamenti verso questi Paese sono consentiti solo per le seguenti motivazioni: impegni lavorativi, problemi di salute, motivi di studio, urgenza per rientrare presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

Dal 22 settembre al 7 ottobre (salvo delle proroghe) sono richiesti i tamponi in Italia per tutte quelle persone che arrivano da Croazia, Grecia, Malta, Spagna, Bulgaria e parte della Francia.

C'è però chi può rientrare tranquillamente in Italia, e sono tutte quelle persone arrivate o transitate da: San Marino, Città del Vaticano, Isole Faer Oer, Groenlandia, Cipro, Isola di Man, Azzorre e territori spagnoli in Africa.

Quarantena obbligatoria invece per chi arriva in Italia dai seguenti Stati: Australia, Canada, Georgia, Giappone, Nuova ZelandaUruguay, Romania, Ruanda, Repubblica Ceca, Thailandia e Tunisia.

La situazione sembra davvero essere in salita, dopo il costante aumento dei contagi in Italia, Europa e nel Mondo da Covid-19.

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium