/ Economia

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Economia | 25 settembre 2020, 09:00

Monopattini Elettrici in Italia: in quali città possono circolare e cosa dicono i regolamenti comunali

L'avvento di dispositivi di mobilità innovativi come monopattini elettrici, hoverboard e dispositivi monoruota si sta diffondendo con livelli crescenti, incontrando il favore e l'apprezzamento del mercato e del pubblico, ciò però ha costretto la legislatura a fare un po di chiarezza sulle modalità e i luoghi in cui poter utilizzare questi strumenti.

Monopattini Elettrici in Italia: in quali città possono circolare e cosa dicono i regolamenti comunali

L'avvento di dispositivi di mobilità innovativi come monopattini elettrici, hoverboard e dispositivi monoruota si sta diffondendo con livelli crescenti, incontrando il favore e l'apprezzamento del mercato e del pubblico, ciò però ha costretto la legislatura a fare un po di chiarezza sulle modalità e i luoghi in cui poter utilizzare questi strumenti.

Quali sono i regolamenti e i decreti di riferimento

La legalizzazione effettiva dell'uso di monopattini elettrici sta per diventare realtà, Danilo Toninelli ministro delle Infrastrutture ha fissato modi e regole per la circolazione regolare di dispositivi a propulsione elettrica in virtù della circolare pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale di venerdì 12 luglio, la circolare diventerà effettiva il 27 dello stesso mese. Questa data però rappresenta solamente il punto da cui partire per cominciare a redigere una regolamentazione che avrà carattere comunale in ogni realtà d'Italia. Ad oggi infatti l'utilizzo legale di questi dispositivi è ristretto alle sole aree private.

Il percorso di legiferazione è partito quindi con la legge 145/2018 che ha introdotto l'uso di questi strumenti anche in aree pubbliche, cosa vietata fino ad allora dal Codice della strada. Tutto ciò però ha carattere di sperimentazione e non si è avuta una vera e propria delibera. Purtroppo nemmeno l'entrata in vigore del decreto ministeriale di Toninelli ha fatto chiarezza sull'argomento. Per ora è certo che l'uso di monopattini e monoruota elettrici è consentito in percorsi pedonali e ciclabili e corsie riservate. Per considerarsi completa, questa procedura prevedrebbe l'installazione di una segnaletica apposita per consentire la circolazione di micromezzi elettrici.

Per ora quindi il transito di dispositivi elettrici è consentito, in zone pubbliche, solo in presenza di segnali. Ogni realtà comunale poi avrà il dovere di interpretare il decreto attraverso disposizioni interne. I comuni infatti sono chiamati dal Ministero a procedere ad una campagna di informazione in tal senso.

Quali comuni hanno recepito il decreto

Come per ogni novità introdotta dall'ordinamento, le realtà comunali agiranno secondo i tempi previsti dalle stesse incombenze, alcune realtà recepiranno prima di altre il decreto anche se la strada è tracciata ormai. Milano prima di tutte, ha recepito il segnale dato dal Ministro delle Infrastrutture attivandosi in tal senso attivando servizi di sharing con alcuni partner. Rimini e Torino si sono dimostrate positive in tal senso incoraggiando sperimentazioni nei rispettivi comuni.

Non è facile però attuare un percorso di liberalizzazione della circolazione elettrica, ciò è dato dalla complicata urbanistica italiana, fatta di centri storici e palazzi importanti. Il carattere di adeguatezza è affidato da Toninelli ai rispettivi comuni che individueranno le zone definite adeguate al circolo di questi dispositivi. Dall'entrata in vigore del decreto potranno partire le autorizzazioni alla sperimentazione che dureranno 2 anni.

Si può affermare che dalle note del decreto ministeriale di Toninelli si evince lo scopo ultimo della posizione del governo in merito. Lo scopo è quello di completare la regolamentazione di tutte le forme di mobilità anche nella realtà italiana.

Richy Garino

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium