/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 26 settembre 2020, 07:10

Giusvalla e il lontano Uruguay, un legame nato con il primo pompiere volontario di Montevideo

Una storia legata all'emigrazione italiana avvenuta tra la fine dell'800 e l'inizio del 900

Giusvalla e il lontano Uruguay, un legame nato con il primo pompiere volontario di Montevideo

L'emigrazione verso l'America rappresenta un capitolo molto importante della storia italiana. Anche la provincia di Savona nel corso degli anni ha dato il proprio contributo. 

Ne è un esempio tangibile il comune di Giusvalla. Dove tra la fine dell'800 e l'inizio del 900, una folta rappresentanza di 'giusvallini' abbandonò il "Belpaese" con direzione nuovo mondo. In particolare l'Uruguay, ma anche lo stato del Delaware situato negli Stati Uniti. 

Un legame quello con lo stato sudamericano confermato anche dal dato degli aventi diritto al voto. Degli 829 attualmente residenti, solo 317 sono domiciliati sul territorio comunale di Giusvalla. Gli altri sono di origine straniera. In prevalenza uruguaiani. 

Tante le storie di coloro che hanno viaggiato per cambiare vita. Come quella della famiglia Pizzorno-Persico: Biagio Lorenzo Giovanni Pizzorno Briano nato a Giusvalla nel 1863 e Battistina Persico Laredo nata nel comune pontesino il 23 gennaio 1864.

Una vicenda raccontata dalla pagina web "Le comunità Giusvalline in Uruguay" (LEGGI QUI). Convolati a nozze il 27 novembre 1886 (a Pontinvrea), la coppia si trasferì in Sud America due anni dopo. E proprio in riva al grande Río de la Plata, Battistina diede alla luce tre figli: Santiago, Antoni e Maria.

Il secondogenito è il protagonista centrale di questa storia. Infatti, come riportato dai giornali del posto, Antoni fu il primo pompiere volontario di Montevideo. 

Graziano De Valle

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium