/ Cronaca

Cronaca | 17 ottobre 2020, 17:50

Furto di maglietta ad Albenga, l'assessore Vannucci visita i negozianti che hanno bloccato il ladro

“L’atto di coraggio dei protagonisti della vicenda ha permesso di assicurare alla giustizia l'autore della rapina ed è la prova che attraverso la collaborazione con le forze dell’ordine si possono raggiungere grandi risultati"

Furto di maglietta ad Albenga, l'assessore Vannucci visita i negozianti che hanno bloccato il ladro

L'assessore alla sicurezza e al commercio del Comune di Albenga, Mauro Vannucci, si è voluto recare personalmente presso i titolari delle attività commerciali che nella giornata di ieri hanno dimostrato una grande determinazione e sopratutto un grande coraggio nel fermare un 21enne nato in Marocco e residente a Ceriale che intorno alle 12.00 era entrato in un negozio di abbigliamento e, dopo aver rubato una polo della “Lacoste”, si era dato alla fuga.

A raccontare la vicenda i protagonisti: Denis e Nico (detto Luca) del Caffè Roma e Silvana del negozio BiancoSport.

Durante il mio orario di lavoro ho sentito la titolare nel negozio Biancosport urlare ‘fermo fermo’ ed ho immediatamente capito che era successo qualcosa - racconta Denis - Ho notato un giovane allontanarsi di corsa e Silvana cercare di fermarlo. Non ci ho pensato due volte e mi sono messo a correre per fermarlo e assicurarlo alla giustizia. Dopo averlo fermato mi ha raggiunto Luca, il mio titolare, che ha preso in mano la situazione fino all’arrivo delle forze dell'ordine”. 

“Non è stata una situazione facile - spiega Nico, detto Luca, titolare del caffè Roma - Il ragazzo che abbiamo fermato cercava di tirare pugni e calci ed ho anche temuto potesse avere un coltello o altri oggetti atti ad offendere. Fortunatamente non è stato così, ma ora ho paura per me e la mia attività perché mi ha rivolto pesanti minacce”. 

Ringrazio Denis e Luca per essere intervenuti immediatamente in mio soccorso - le parole di Silvana, titolare di Biancosport - Mi è stato riferito che il rapinatore è già stato rimesso in libertà con obbligo di firma. Speravo in una punizione più severa e spero che non ci siano ripercussioni né per me né per la mia attività".

Ho sempre sostenuto che, in relazione alla sicurezza della nostra città e dei nostri cittadini, è essenziale un concreto rapporto tra gli stessi e le forze dell’ordine - afferma l’assessore Vannucci - L’atto di coraggio dei protagonisti della vicenda ha permesso di assicurare alla giustizia l'autore della rapina ed è la prova che attraverso la collaborazione con le forze dell’ordine si possono raggiungere grandi risultati. Questa è altresì l'occasione per reiterare il mio invito alla cittadinanza a vigilare su qualsiasi circostanza e segnalare tempestivamente alle forze dell'ordine ogni atteggiamento che potrebbe far sorgere dubbi sulle sospette intenzioni di chi potrebbe compiere azioni illecite”.

Comunicato Stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium