/ Eventi

Eventi | 20 ottobre 2020, 10:46

Architetti in piazza Sisto: nuova installazione per "Open! Studi aperti" dal 30 ottobre a Savona

Una mostra curata dall'ordine degli architetti nel centro della città per presentare progetti e riflettere sui modi di abitare

Architetti in piazza Sisto: nuova installazione per "Open! Studi aperti" dal 30 ottobre a Savona

 

Dopo il successo dello scorso anno, è confermata l'edizione savonese della manifestazione nazionale Open! Studi aperti 2020 arrivata alla quarta edizione che avrà luogo venerdì 30 ottobre in Piazza Sisto IV: una mostra open air per una settimana nella piazza più centrale della città, un allestimento pensato per attirare l’attenzione e incuriosire i non addetti ai lavori sugli spunti degli architetti sul tema della casa e dei nuovi modi di abitare. Inoltre quest’anno l’evento sarà in contemporanea anche nella piazza principale di Sanremo, grazie alla collaborazione dell’ordine di Imperia, per diffondere la cultura architettonica, testimoniare e rinnovare la sensibilità nei confronti dell'ambiente, del paesaggio, dei territori e degli spazi per sottolineare che l'architettura è un bene e un valore per tutti.

LA CASA CHE VORREI

Una casa davanti al mare, abitare un monolocale, vivere in campagna, un nuovo concetto di lampada e arredi da interni, riscoprire e abitare gli spazi pubblici sono solo alcuni dei progetti che i visitatori potranno scoprire da venerdì 30 ottobre alle 16,30 in Piazza Sisto IV a Savona in una speciale mostra en plein air focalizzata sul tema “La casa che vorrei”  che mette in vetrina gli spunti degli architetti del territorio sui nuovi modi di abitare la propria visione dell’abitare in tutte le sue possibili accezioni (abitazioni singole o collettive, social housig, hotel, residence, abitazioni temporanee o provvisorie, …) attraverso foto, schizzi, disegni e progetti prodotti dagli studi partecipanti all’iniziativa.

La mostra pensata come installazione-evento riprende il filo conduttore giallo dello scorso anno in una nuova veste, prenderà forma dalle prime luci dell'alba in Piazza Sisto venerdì 30 ottobre e sarà visitabile per una settimana. Tutte le fasi del montaggio saranno filmate e condivise anche dopo l'evento a testimonianza dell'happening collettivo.

La mostra sarà allestita su 4 monoliti in legno giallo, 4 volumi semplici e stereotipati che metaforicamente simboleggiano il senso dell’abitare, sono realizzate con materiali da edilizia (pannelli per casseforme e viti) e verranno riutilizzate nei cantieri dall'impresa installatrice. Una soluzione economica, sostenibile e versatile ideata dagli architetti della Commissione Cultura.

Normalmente i pannelli vengono utilizzati per realizzare opere di calcestruzzo armato attraverso il loro assemblaggio creano l'involucro dentro il quale effettuare l'armatura e il getto del calcestruzzo liquido. Una volta fatto presa e indurito i pannelli vengono disassemblati, puliti e pronti per essere riutilizzati in altri cantieri.

"Allo stesso modo auspichiamo che una volta smontata l'installazione si sia consolidato ancor più il ruolo che l'architetto svolge nei confronti del cittadino e della società. Facendo comprendere l'importanza della figura dell'architetto, dell'architettura e della centralità del progetto. Il progetto è un processo continuo di prospettiva, analisi, adattamento, attraverso il quale si valutano gli obiettivi, si considerano i riferimenti e si fanno le scelte", dice il Presidente Giacomo Airaldi.

LA CITTA’ CHE VORREI  

La mostra include le tavole relative alla seconda edizione (a. s. 2019/2020) del progetto “Abitare il Paese - La cultura della domanda - I bambini e i ragazzi per un progetto di futuro prossimo” promossa dal Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori e dalla Fondazione Reggio Children-Centro Loris Malaguzzi.

Il Progetto - che ha interessato in tutta Italia oltre 3000 studenti - ha come principale obiettivo far entrare l’architettura nelle scuole per alimentare una cultura della domanda di qualità e promuovere l’architettura come bene collettivo. L’iniziativa mira a sollecitare riflessioni sulla città, sull’abitare, sulla qualità, per comprendere il ruolo strategico che l’architettura può avere nella vita di tutti noi.

L’iniziativa è stata accolta con entusiasmo dal Dirigente Scolastico Vincenzo Tedesco e dalla Vicaria Marisa Piombo dell’Istituto Comprensivo Savona II.

L’attività ha coinvolto due classi quinte della Scuola Primaria Mameli con il tema “La città che vorrei” e si è articolata durante tutto l’anno scolastico, compreso il periodo di lockdown, attraverso incontri in presenza e online organizzati dagli architetti/tutor Margherita Menardo e Elisabetta Taramasco in collaborazione con la maestra Daniela Viola.

CREDITS

L’evento è organizzato dall’Ordine degli architetti PPC di Savona, curato dalla Commissione Cultura, in collaborazione con l’Ordine degli architetti di Imperia con il Patrocinio del Consiglio Nazionale degli architetti e del Comune di Savona.

Si ringraziano gli sponsor e i media partner per la collaborazione.

Il Consiglio dell'Ordine di Savona: Presidente Arch. Giacomo AIRALDI, Vice Presidente Arch. Alberto MORAS, Segretario Arch. Iunior Sonja DANIA, Tesoriere Arch. Simone BRUZZONE; Consiglieri: Simone ALLOISIO, Vincenzo ARIU, Renato BOETTI, Francesco CAMPIDONICO, Silvia DAGNA, Luca SPADA, Michela VIAGGIO.

Fanno parte della Commissione Cultura: Francesco Campidonico (referente), Giacomo Airaldi, Vincenzo Ariu, Irene Avino, Giorgio Bellonotto, Simone Bruzzone, Rosella Fornaroli, Stefano Freccero, Elena Graziano, Matteo Sacco, Daniela Vio.

Media Partener: Platform, Savonanews, Sanremonews

Venerdì 30 ottobre alle 16,30 in Piazza Sisto IV a Savona: inaugurazione con saluto del Presidente Giacomo Airaldi, libera e gratuita con mascherina, si raccomanda di mantenere le distanze di sicurezza come da decreti in vigore.

Info e aggiornamenti sulle pagine social Facebook, Twitter e Instagram con il profilo “studiaperti”. Per informazioni: Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Savona - tel. 019 814878 cell 392/2317666 - architetti@savona.archiworld.it

 

Comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium