/ Sanità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Sanità | 22 ottobre 2020, 13:30

Spettro nuovo lockdown, a rischio portatori di handicap, anziani, alcolisti e coppie. Psicologo Pallanca: "Scenario allarmante, categorie che andranno in totale difficoltà"

Ne abbiamo parlato con il dottore, psicologo savonese, specialista in criminologia chimica e sessuologia, che ci ha illustrato diverse casistiche anche frutto del suo lavoro negli ultimi mesi

Spettro nuovo lockdown, a rischio portatori di handicap, anziani, alcolisti e coppie. Psicologo Pallanca: "Scenario allarmante, categorie che andranno in totale difficoltà"

L'ansia e l'angoscia di un nuovo lockdown possono creare grandi problemi alle fasce più deboli della popolazione. Da febbraio a giugno scorso in molti hanno risentito delle imposizioni dovute all'emergenza Coronavirus e questa nuova ondata potrebbe far riprovare la situazione di disagio principalmente alle persone portatrici di handicap, agli anziani, gli alcolisti e le coppie che nei mesi di convivenza hanno riscontrato diversi problemi.

Ne abbiamo parlato con il dottor Gian Franco Pallanca, psicologo savonese, specialista in  criminologia chimica e sessuologia, che ci ha illustrato diverse casistiche anche frutto del suo lavoro negli ultimi mesi.

"L'isolamento e la perdita di ciascun riferimento all'esterno della famiglia è stato un problema - ha spiegato il dottore in merito ai portatori di handicap - pensiamo alle persone autistiche, loro tutto sistematicamente allo stesso modo sempre, in una situazione di difficoltà come quella legata alla possibilità di non poter uscire di casa possono avere reazioni difficilmente da gestire, violente. I ragazzi invece con deficit cognitivi ad esempio non sono bravi con i computer (che nel lockdown è stato un oggetto fondamentale per comunicare) vedono in quello una comunicazione ritorta, perdono i contatti e gli si viene a creare una situazione di disagio".

"Gli anziani si sono trovati in una situazione di isolamento catastrofico che porta al decadimento della persona. Hanno visto morire loro coetanei, parenti, amici, conoscenti, è difficile tirarsi su per loro. Le case di riposo chiuse, senza nessun contatto con nessuno li ha portati a dover affrontare una situazione disastrosa. Sono ancora più fragili" ha proseguito Pallanca.

Secondo il dottore invece anche gli alcolisti hanno accusato di più il colpo e rischiano di peggiorare nei prossimi mesi se la situazione non migliorerà. Se stanno in casa infatti bevono molto di più per solitudine, esagerano. Alcuni hanno perso il lavoro, i riferimenti, il supporto.

"I rapporti di coppia in certi casi sono nettamente peggiorati attriti in quanto stavano insieme di più rispetto prima e ha pesato anche il fatto di non vedere più gli amici che servono tra i fidanzati/sposati per staccare un po' la spina. In diverse situazioni purtroppo è sfociata la convivenza forzata in violenza" specifica lo psicologo.

In altri casi invece ha riacceso la fantasia sessuale.

"Quella situazione ha creato nelle coppie la voglia di scoprire nuove cose, ampliando l'orizzonte dell'esperienza sessuale. Le vedove e le donne single invece hanno scoperto invece l'utilizzo dei sex toys e l'autogodimento" continua Pallanca, specializzato in sessuologia.

"Purtroppo stiamo andando già malissimo, lo scenario è che gli anziani autosufficienti saranno sempre più in difficoltà e rischiano di andare nelle case di riposo. Ci vorrebbero più aiuti, lo scenario è allarmante, queste categorie andranno in una difficoltà totale" conclude il dottore.

Luciano Parodi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium