/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 24 ottobre 2020, 08:12

Savona 2021, Orlando rilancia il "modello Sansa" per le comunali: "Solo sommando le forze ottimi risultati"

Il vicesegretario dem conferma l'alleanza col M5S partendo dal risultato delle scorse regionali: "In tre delle province liguri oggi si potrebbe andare al ballottaggio e vincere"

Savona 2021, Orlando rilancia il "modello Sansa" per le comunali: "Solo sommando le forze ottimi risultati"

Pensare ad un nome per le prossime elezioni comunali del capoluogo di provincia è una delle priorità che il centrosinistra ligure si è senza dubbio dato una volta terminato il tour de Force della scorsa inedita campagna elettorale per le regionali.

Da martedì infatti cominceranno i lavori dell'assemblea di piazza De Ferrari, ma dietro le quinte l'attenzione della coalizione che ha portato Ferruccio Sansa a concorrere con Giovanni Toti è già sulle comunali di La Spezia e Savona

A confermarlo è stato il vicesegretario del PD Andrea Orlando in diretta dalla sua pagina Facebook, difendendo ancora una volta la scelta di coalizzarsi con il M5S perché "solo sommando le forze al momento si otterrebbero ottimi risultati: ecco perché non va buttata l’esperienza comune delle Regionali, ed ecco perché va continuato il percorso facendo da subito opposizione di coalizione in Consiglio regionale”.

E proprio dal risultato dello scorso settembre, dove "inseguire un centro che non c'è lasciando Cinque Stelle e una sinistra radicale che in Liguria ha un peso riconoscibile" sarebbe stata una scelta di isolamento per il PD secondo il numero due dem, dovrà ripartire la rinascita della sinistra ligure.

Se il cammino verso le scorse urne era infatti "difficile da fare, senza più un ente locale o un capoluogo da governare" perchè "all’opposizione è tutto più complicato", al prossimo turno la strada non sarà così in salita: "Ce l’hanno detto gli ultimi ballottaggi - ha continuato Orlando -, ce lo dice il fatto che in tre delle province liguri oggi si potrebbe andare al ballottaggio e vincere".

E una di queste è proprio Savona, dove il centrodestra ha conquistato la prima piazza nelle preferenze con uno scarto minimo, seppure in una sfida in cui il centrosinistra ha "pagato la partenza in ritardo, ma chiunque contro un Toti tanto avvantaggiato dal contesto e dall’emergenza Covid avrebbe perso, l’hanno detto anche i tanti critici".

Insomma, nelle fucine democratiche qualcosa si sta muovendo per tornare ad avere un peso partendo dalla base, ovvero dai Comuni, per costruire un polo di governo in regione "che non può non essere diverso da quello che governava in questa regione cinque anni fa e deve nascere dall’esperienza delle ultime elezioni".

Mattia Pastorino

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium