/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 30 ottobre 2020, 18:50

Savona, regolamento sul commercio nel centro storico. Italia Viva: "Si rivelerà un boomerang, occorrerà apportarvi delle modifiche nel futuro"

Barbara Pasquali ed Elda Olin: "E' stato scelto di usare la propaganda, facendo una vera e propria crociata contro i bazaar che sarebbero, a detta della maggioranza, la causa di ogni degrado della città"

Savona, regolamento sul commercio nel centro storico. Italia Viva: "Si rivelerà un boomerang, occorrerà apportarvi delle modifiche nel futuro"

"In merito al regolamento sul commercio nel centro storico, approvato dal Consiglio Comunale nella seduta di ieri con il voto contrario delle sottoscritte, ci preme chiarire nel merito la nostra posizione". Così Barbara Pasquali ed Elda Olin, consiglieri di minoranza di Italia Viva nel comune di Savona.

"Date le molteplici criticità riscontrate in alcune parti degli articoli del regolamento, è stato chiesto, da parte del nostro Gruppo Consiliare, che venisse ritirato per essere meglio discusso in Commissione, anche al fine di poter condividere la discussione con chi, proprio nel Centro Storico della nostra Città, ci lavora da anni - proseguono Pasquali e Olin - La nostra istanza non è stata minimamente presa in considerazione ed, anzi, si è ritenuto di andare avanti come dei treni, senza avvedersi delle problematiche ed, anzi, ignorandole. Questo regolamento si rivelerà un boomerang e siamo certe che occorrerà apportarvi delle modifiche nel futuro. Perché, quindi, non fermarsi e cercare di fare le cose al meglio? E' stato, invece, scelto di usare la propaganda, facendo una vera e propria crociata contro i bazaar che sarebbero, a detta della maggioranza, la causa di ogni degrado della città. Come al solito si è scelto di governare adottando divieti e restrizioni, anziché programmare un rilancio vero del Centro Storico, promuovendo iniziative o proponendo incentivi per il commercio e le imprese, soprattutto quelle dei giovani".

"Il vero degrado sono le decine di serrande chiuse dei negozi, dei bar e dei ristoranti e di quelle che si abbasseranno nei prossimi mesi. E non sarà certo un regolamento comunale a cambiare le cose!" concludono infine da Italia Viva.

Comunicato Stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium