/ Sanità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Sanità | 30 ottobre 2020, 16:00

Sindaci della Val Bormida e sindacati trovano una quadra: pronto un documento da presentare alla Regione per un nuovo modello di sanità val bormidese

Pronta una lettera da inviare a Toti al centro la riapertura del punto di primo intervento dell'ospedale di Cairo, potenziare l'automedica del 118 e l'elisoccorso, scongiurare la trasformazione del nosocomio cairese in ospedale Covid e intervenire per far riaprire l'ospedale di Ceva

Sindaci della Val Bormida e sindacati trovano una quadra: pronto un documento da presentare alla Regione per un nuovo modello di sanità val bormidese

"Finalmente per la prima volta nella storia recente del territorio valbormidese sul sociosanitario e sull'ospedale è stato fatto un documento di sintesi, condiviso tra i sindaci e i sindacati, per un nuovo modello di sanità per la Val Bormida".

Soddisfazione nelle parole del segretario generale della Cgil Savona Andrea Pasa dopo l'incontro avvenuto questa mattina con i sindacati, i 19 sindaci della Val Bormida e il Comitato Sanitario Locale Valbormida per la creazione di un documento unitario con le proposte immediate e a lungo termine da presentare alla Regione.

Già nella giornata di oggi verrà inviata una lettera urgente al presidente della Regione con delega alla sanità Giovanni Toti e l'assessore con delega al settore sociosanitario Ilaria Cavo. Al centro la riapertura del punto di primo intervento dell'ospedale di San Giuseppe di Cairo (chiuso da martedì 27 ottobre), potenziare l'automedica del 118 e l'elisoccorso, scongiurare  la trasformazione del nosocomio cairese in ospedale Covid e intervenire per far riaprire l'ospedale di Ceva.

"Cairo deve continuare ad essere un ospedale "pulito", deve esserci la presa in carica del cittadino, è fondamentale per 40mila persone, non se ne può fare a meno" ha proseguito Pasa.

"Un'iniziativa importante, ci siamo avvalsi della collaborazione di medici e infermieri dell'ospedale di Cairo e focalizziamo l'attenzione anche sulla rete sociosanitaria - ha spiegato Claudio Bosio, segretario generale Cisl Savona-Imperia - abbiamo trovato una quadra, è stato complicato e faticoso ma fortemente innovativo. Ora bisogna avviare un percorso di confronto".

Luciano Parodi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium